Violenza contro le donne, studentesse foggiane in prima linea. Al Notarangelo-Rosati “performance artistiche di grande impatto emotivo”

Esperte e alunne sul palco. In arrivo una mattinata di emozioni e riflessione nell’Istituto tecnico di Via Napoli. La dirigente scolastica, Irene Patrizia Sasso: “Le nostre studentesse saranno protagoniste della manifestazione”

Docenti, studentesse e studenti del “Notarangelo – Rosati” di Foggia uniti contro la violenza sulle donne. È questo il messaggio dell’evento organizzato nella mattinata di venerdì 25 novembre 2022, a partire dalle ore 10.00, nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico di Via Napoli. 

“Abbiamo pensato di non organizzare semplicemente un convegno. Come spesso accade – spiega la dirigente scolastica, Irene Patrizia Sasso – alunni e alunne del nostro Istituto saranno protagonisti della manifestazione e si metteranno alla prova con performance artistiche di grande impatto emotivo. Un ruolo importante sarà affidato anche a insegnanti e studenti del gruppo di sostegno. Per tale motivo voglio ringraziare coloro che hanno lavorato all’organizzazione di questo importante evento: la docente di lettere Lucia Palmieri che ha ideato la scenografia e la sceneggiatura – realizzate con la collaborazione della prof.ssa Rosa Perna – e il regista, attore e performer Alessandro Renella”.

Dopo i saluti della dirigente e una performance artistica a cura di sei studentesse, interverrà Annalisa Graziano, giornalista, operatrice del CSV Foggia e autrice del libro “Solo Mia” (la Meridiana). Il volume affronta il tema della violenza sulle donne da diverse prospettive, senza tralasciare il ruolo fondamentale del volontariato nel contrasto al fenomeno. 

“L’intervento di Annalisa Graziano – spiega la docente Lucia Palmieri – sarà accompagnato da letture tratte dal libro a cura della nostra studentessa Jennifer Di Sapio. Un momento che si è rivelato molto emozionante già durante le prove. Jennifer interpreterà Mia, la cui storia rappresenta un esempio di coraggio. Nonostante le vicende terribili del passato, è riuscita a rinascere, a innamorarsi nuovamente della vita: è una sopravvissuta e vogliamo che il suo esempio giunga ai nostri alunni”. 

La mattinata proseguirà con la proiezione di un video e con gli interventi di Franca Dente, presidente dell’associazione Impegno Donna e di Lucia Palmieri, psicologa e psicoterapeuta. “Abbiamo ritenuto che fosse importante la testimonianza di operatrici che da decenni operano a sostegno delle donne del nostro territorio”, spiega la dirigente scolastica. “Impegno Donna – aggiunge la docente Lucia Palmieri, che modererà l’evento – si occupa di prevenzione e contrasto ad ogni forma di discriminazione, abuso e violenza di genere e sui minori. Accoglie e accompagna donne vittime di violenza e gestisce il servizio di ascolto ‘Uomini oltre la violenza’: un luogo per gli uomini che agiscono violenza fisica, psicologica, economica o sessuale con le proprie compagne, partner, mogli o ex mogli. Inoltre, la psicologa Lucia Palmieri spiegherà alla platea come individuare e riconoscere i primi segnali di violenza in una relazione. Un aspetto che riteniamo fondamentale”.

La manifestazione si chiuderà con la performance di Emanuela Sanna, artista della Scuola “Progetto Danza” di Daniela Parisi, a cui è affidato il messaggio finale dell’evento. 



In questo articolo: