Masterclass Urologia Femminile 2022, protagonisti Carrieri e Mancini del Policlinico di Foggia

È organizzato in una formula ibrida, cioè sia in presenza che con collegamenti on line, con interazioni tra i membri esperti dei gruppi di lavoro e i discenti partecipanti

Si tiene oggi 23 settembre e domani 24 settembre 2022 a Bari il “6° Masterclass in Urologia femminile”, coordinato da Giuseppe Carrieri, direttore della Struttura Complessa e Clinica Urologica del “Policlinico Foggia” e Ordinario di Urologia della Università di Foggia, coadiuvato da Vito Mancini, Responsabile del Centro Cure della Incontinenza della Struttura Complessa di Urologia del “Policlinico Foggia”.

Il 6° Masterclass in Urologia Femminile è organizzato in una formula ibrida, cioè sia in presenza che con collegamenti on line, con interazioni tra i membri esperti dei gruppi di lavoro e i discenti partecipanti, sulle patologie uro-ginecologiche, sempre più frequenti nella popolazione femminile, tra cui incontinenza urinaria, prolasso genitale, infezioni urinarie, ritenzione urinaria e sindrome genito-urinaria della menopausa.

Questo incontro rappresenta un momento di analisi e riflessione sulle conoscenze scientifiche oggi disponibili. Si realizzerà, infatti, una Consensus Conference, cioè una conferenza di studio e discussione delle ultime novità scientifiche sugli argomenti proposti dalle linee guida internazionali, soprattutto in merito ai casi più difficili e complicati, al fine di fornire le raccomandazioni dei maggiori esperti italiani per la gestione della urologia femminile, con produzione di un documento finale che rappresenti un riferimento nazionale da pubblicare on-line a disposizione di tutta la comunità scientifica e sanitaria.

Il Centro Cure della Incontinenza della Struttura Complessa di Urologia del “Policlinico Foggia” da anni si occupa della cura a 360 gradi di chi è affetto da problemi di continenza urinaria e offre avanzate e moderne soluzioni riabilitative, farmacologiche, chirurgiche con la chirurgia robot-assistita, la chirurgia mini-invasiva per l’incontinenza e il prolasso, la neuromodulazione sacrale con impianto di pacemaker vescicali e intestinali. (In foto, Carrieri e Mancini)



In questo articolo: