Sul Gargano primi giorni di vero mare. Aumenta il costo degli ombrelloni, sparisce il personale

Sempre più difficile trovare lavoratori per le strutture turistiche. Operatori comunque ottimisti in vista delle prenotazioni

Prima vera domenica di mare sul Gargano dove ormai quasi tutti gli stabilimenti balneari hanno riaperto. Complice una bella giornata di sole con temperature intorno ai 30 gradi, anche oggi le spiagge sono state le mete per la classica gita fuori porta. Siamo stati a Vieste, che da qualche anno è la capitale del turismo pugliese. Anche senza Bandiera Blu, senza superstrada e senza aeroporto. La perla del Gargano non teme nulla e si appresta ad una nuova stagione da sold out. A Vieste incontriamo il presidente del SIB Gargano, Michele Giarrusso, concessionario anche della Bussola Beach, uno dei più grandi lidi della costa adriatica.

“La stagione è iniziata bene, anche grazie a questo anticipo di estate. La gente inizia ad arrivare, prenota, non vede l’ora di tornare al mare e di godersi qualche giorno di relax”. Con Giarrusso affrontiamo anche il tema dei prezzi. “È aumentato tutto, pertanto anche ombrellone e lettino quest’anno costeranno qualche euro in più. Andiamo dai 10-20 euro per un ombrellone e due lettini in bassa stagione; 20-30 euro nella media stagione, fino a 50 euro in alta stagione. Per gli abbonamenti si va dai 500 ai 900 euro, in base alla posizione dell’ombrellone”. Ci sono prenotazioni? “Certo, siamo ottimisti”. E anche a Vieste gli imprenditori turistici sono costretti a fare i conti con la mancanza di personale stagionale. “Purtroppo si – aggiunge Giarrusso – anche noi facciamo fatica a trovare personale, ma sostanzialmente per il semplice fatto che qui a Vieste sono aumentate le strutture turistiche. Confidiamo negli operai dei comuni limitrofi”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: