Torna “Candela in fiore” con l’infiorata cittadina e tante attività. Un maxi tappeto per inneggiare alla pace

Il sindaco Gatta: “Dopo gli eventi natalizi, ritorniamo alla normalità per dare un messaggio di ripresa e uno slancio concreto”

A Candela fervono i preparativi per l’edizione 2022 di ‘Candela in fiore’ con un tappeto floreale che inneggia alla pace e un programma ricco di attività. I maestri infioratori di Infioritalia e i volontari della Pro Loco lavoreranno per tutto il pomeriggio di sabato 4 giugno per realizzare il tappeto floreale. A dar loro una mano bambini e comuni cittadini che, come ogni anno, partecipano con entusiasmo alla creazione dell’opera.

Domenica 5 giugno, dunque, sarà possibile ammirare l tappeto di fiori in tutta la sua bellezza e si potranno svolgere tutte le attività previste dal programma che comprende il mercatino dell’antiquariato, l’estemporanea d’arte, con artisti all’opera en plain air, il Museo del Giocattolo, la Macchina del Tempo, un tour virtuale che vi proietterà nel Palazzo Ripandelli alla fine dell’800,  le visite guidate di ‘Scopri Candela’ alla scoperta delle bellezze del centro storico e il terzo Raduno dei Fiori, mostra statica di auto d’epoca.

“Dopo gli eventi natalizi, ritorniamo alla normalità anche con Candela in Fiore, per dare un messaggio di ripresa e uno slancio concreto alle attività economiche, dopo il duro biennio appena trascorso a causa della pandemia” ha dichiarato il sindaco di Candela, Nicola Gatta. “Come per l’edizione 2019, anche quest’anno, oltre al tappeto di fiori, offriremo ai visitatori un ricco programma di eventi, grazie all’importante collaborazione e sinergia con le associazioni locali, la Pro Loco, Candela Promozione e L’isola che c’è Puglia.”

La bellezza di questo evento ha travalicato i confini nazionali, giungendo oltreoceano sulle pagine del portale statunitense Fodor’s.com che l’ha annoverata tra le principali infiorate italiane.

“Crediamo molto in questa iniziativa e nel corso del tempo ci siamo impegnati per renderla sempre più importante” ha aggiunto il presidente della Pro Loco Candela, Clemente Capobianco. “Per questo come Pro Loco siamo diventati soci di Infioritalia, l’associazione italiana che promuove promuovere la conoscenza e la cultura delle Infiorate in Italia e nel mondo, un modo per accrescere conoscenze e competenze di questa tradizioni che ha importanti ricadute sociali ed economiche”.

“Come amministrazione crediamo molto nella capacità del turismo legato gli eventi di offrire supporto all’economia locale e soprattutto dell’enorme potenziale del nostro territorio, ricco di bellezze e peculiarità che vanno promosse e valorizzate, perché strumenti in grado di garantire sviluppo per i borghi delle aree interne come il nostro”. ha concluso Pasquale Di Sapio, consigliere comunale con delega al turismo. (Foto archivio)



In questo articolo: