Foggia, caos al “concorsone” della Regione Puglia. “Polizia per calmare gli animi dei candidati”

Fratelli d’Italia: “Un debutto davvero infelice, in un momento di grande importanza per oltre 47mila aspiranti funzionari regionali per soli 209 posti”

Un debutto davvero infelice per il mega concorso della Regione Puglia, così tanto pubblicizzato dall’assessore al Personale come un momento di grande importanza per oltre 47mila aspiranti funzionari regionali per soli 209 posti”. Commenta  così il gruppo consiliare  alla Regione di Fratelli d’Italia.

“Questa mattina a Foggia – spiega – è dovuta intervenire addirittura la polizia perché si è creato il caos fra le migliaia di candidati della prova mattutina e quelli della prova pomeridiana. I primi sono stati convocati alle 10.30, ma nella tarda mattinata la prova non era ancora iniziata (i candidati sono entrati intorno alle  13.00) nel frattempo arrivavano quelli della seconda prova prevista alle 14.30. La situazione è diventata ingestibile e il clima fra i candidati poco sereno indispettiti da tanta disorganizzazione, tanto da richiedere, appunto, l’intervento della polizia. Possibile che dopo mesi di annunci non si è riusciti a organizzare un’esecuzione ordinata? Tenuto conto che ogni candidato ha dovuto pagare 10 euro per partecipare proprio per contribuire all’organizzazione?”



In questo articolo: