Vieste, agli antichi splendori la Torre costiera di San Felice. Diventerà un centro di accoglienza turistica

“Sarà hub di informazione turistica con postazioni multimediali e terrazza panoramica con vista sulla splendida baia, alla quale fa da cornice il singolare architiello”

La Torre costiera di San Felice, primo avamposto per chi arriva a Vieste da sud, a breve diventerà un centro di accoglienza turistica. I lavori proseguono a gonfie vele e sono stati affidati alla ditta Basso Srl di Melfi che li terminerà entro il prossimo mese di luglio. Costo dell’intera operazione che prevede il restauro di tre torri costiere e di tre fari in tutta la Puglia, 3 milioni e 800 mila euro, mentre il finanziamento che la Regione ha destinato al recupero della Torre costiera di San Felice è di 406 mila euro. Quello di Vieste sarà il primo intervento regionale nell’ambito dell’Interreg Italia-Grecia ad essere terminato.

Nell’ultimo sopralluogo effettuato dall’assessora ai Lavori Pubblici, Mariella Pecorelli, all’interno della torre c’eravamo anche noi. “La Torre di San Felice sta per tornare al suo antico splendore grazie a questo importante finanziamento che il Comune di Vieste è riuscito ad ottenere dalla Regione. Siamo orgogliosi di essere i primi in Puglia ad aver avviato e ormai quasi terminato i lavori. Sarà il primo punto di accoglienza turistica per chi arriva a Vieste, hub di informazione turistica con postazioni multimediali e terrazza panoramica con vista sulla splendida baia, alla quale fa da cornice il singolare architiello, uno dei simboli del turismo di Vieste e dell’intero Gargano”.➡️

Seguici anche su Instagram – Clicca qui



In questo articolo: