“Ex Hotel Palace di Lucera è un ghetto”, stop all’accoglienza dei migranti. De Maio: “Struttura non era a norma”

La comunicazione del consigliere di Palazzo Dogana: “La Provincia ha riconosciuto le condizioni illegali del sito”

“L’amministrazione comunale di Lucera si opporrà sempre alla nascita di ghetti sul proprio territorio”. La dichiarazione del consigliere della Provincia di Foggia Tonio De Maio costituisce la “parola fine” al caso dell’accoglienza di 31 rifugiati nordafricani in strutture all’interno del Comune di Lucera, facenti parte del progetto della rete territoriale  Sistema Accoglienza Integrazione (Sai). La questione, come evidenzia De Maio in una nota stampa, era stata argomentata in un tavolo tecnico ad hoc tenutosi il 07 aprile scorso presso la sede della Provincia di Foggia. In quell’occasione – in cui erano presenti il sindaco di Lucera Pitta, il consigliere provinciale De Maio, il dirigente provinciale del servizio Politiche Sociali, il presidente dell’associazione uscente e il direttore tecnico del consorzio subentrante al progetto SAI – Pitta e De Maio sottolinearono e confermarono “la disponibilità del Comune di Lucera ad accogliere i trentuno rifugiati”.

In quella sede “il consorzio, nuovo gestore del progetto SAI, dichiarava l’impossibilità di reperire nell’immediatezza immobili di civile abitazione all’interno del Comune per un’accoglienza diffusa dei rifugiati, impegnandosi, però, ad accogliere gli stessi all’interno della struttura dell’ex albergo Palace Hotel con un tipo di accoglienza collettiva. Rimarcammo – evidenzia De Maio – che quella struttura non possedeva i requisiti” di legge, “disattendendo al tipo di accoglienza diffusa dai noi ritenuta consona al fine di scongiurare ghetti fuori città. Oggi, possiamo informare la cittadinanza lucerina che il servizio SAI, inteso come accoglienza collettiva all’interno dell’ex albergo Palace Hotel è stato sospeso con determinazione del responsabile del settore pianificazione servizi di trasporto e mobilità sostenibile della Provincia di Foggia”.