Assunzioni al Poligrafico di Foggia, sindacati gelano gli entusiasmi: “Non ci risultano, c’è solo accordo con la Regione su investimenti”

Carangella (Cisl): “Attualmente sono già 310 dipendenti dell’Istituto Poligrafo e Zecca dello Stato di Foggia, più dei 290 cui si fa riferimento nella nota stampa letta in queste ore”

“Al momento non ci risulta che sia prevista l’implementazione dell’organico con nuove assunzioni nell’Istituto Poligrafico di Foggia, ma è vero che a seguito dell’accordo di programma sottoscritto con la Regione Puglia si possono ipotizzare nuovi investimenti migliorativi per l’Istituto. Per questo auspichiamo che l’accordo possa favorire in futuro nuove assunzioni, magari legate all’acquisizione di nuove commesse”.

La precisazione è di Antonio Carangella, segretario generale della FISTEL Cisl di Foggia.

“Voglio chiarire che attualmente sono già 310 dipendenti dell’Istituto Poligrafo e Zecca dello Stato di Foggia, più dei 290 cui si fa riferimento nella nota stampa letta in queste ore. Infatti, l’impegno di programma assunto dal Poligrafico è quello di mantenere il livello occupazionale ad almeno 290 risorse per i tre anni successivi al termine degli investimenti, cosa che l’IPZS ha fatto e sta facendo. E’ positivo che il programma di investimento possa potenziare l’opera della ‘stampa digitale, il back up a caldo delle card, l’automazione del processo di produzione delle targhe, l’automazione della logistica dei sistemi di stoccaggio e la movimentazione e gli interventi anche per le fonti energetiche’ – aggiunge Carangella – anche se molto riviene da investimenti già avviati e in fase di realizzazione, non da far partire ex novo. E’ ovvio che l’auspicio sia quello di poter contare su nuovi investimenti e sul ricambio generazionale per puntare all’acquisizione di nuove commesse o nell’ampliamento delle attuali, azioni che renderebbe concretamente fattibile l’incremento della forza lavoro. Nello stesso tempo, per precisare ulteriormente come stiano realmente le cose, l’augurio è che il processo di cristallizzazione delle stabilizzazioni lavorative trovi definitivo completamento”.