Professori no vax tornano a scuola, ma niente contatti con alunni. La situazione negli istituti di Foggia e Gargano

Trecca del Lanza: “Non potranno insegnare. Per poterlo fare dovranno necessariamente vaccinarsi. Lo faranno? Ce lo auguriamo”

Da oggi i professori no vax sono tornati a scuola, ma non in classe. Il solito paradosso all’italiana. Basterà un semplice tampone per entrare a scuola ma niente contatti con gli alunni. E allora, che tornano a fare? Siamo andati in due istituti della Capitanata, il Liceo Lanza di Foggia, e l’Alberghiero di Vieste per ascoltare la voce dei dirigenti Giuseppe Trecca e Ettorina Tribò.

“Da oggi cambiano molte cose, da una parte c’è un progressivo avvicinarsi alla normalità, dall’altra parte il ritorno dei docenti a scuola che non potranno insegnare. Per poterlo fare dovranno necessariamente vaccinarsi. Lo faranno? Ce lo auguriamo. Noi qui abbiamo due casi di docenti non vaccinati. Un professore senza retribuzione, così come previsto dalla legge, un altro professore che invece ha preferito mettersi in aspettativa. Che faranno? Per tornare in classe c’è solo la vaccinazione, in caso contrario li utilizzeremo in biblioteca oppure nel sussidio alla didattica”. Diversa la situazione all’Alberghiero di Vieste. “Noi qui non abbiamo nessun caso. Tutto il personale docente è vaccinato regolarmente, pertanto continueremo a svolgere l’attività senza mai abbassare la guardia. Massima prevenzione, soprattutto in classe”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui