Collegamento Manfredonia-Tremiti con fermate a Mattinata, Vieste, Peschici e Rodi. Esulta Gatta: “Missione compiuta”

Il consigliere regionale: “Posso dire che abbiamo portato a casa un significativo risultato per la Capitanata ed il Gargano”. Paolo Campo: “Si potrà realizzare il progetto di metrò del mare”

“Missione compiuta: è stato approvato il mio emendamento per stanziare 450 mila euro per il ripristino dei servizio di cabotaggio marittimo sull’itinerario Manfredonia-Isole Tremiti, assicurando la continuità territoriale tra la Regione e l’Arcipelago”. Lo riporta una nota del consigliere regionale di Forza Italia, Giandiego Gatta.

“Una gran bella notizia e ringrazio tutti i colleghi consiglieri che hanno deciso di condividere la mia proposta, facendola diventare parte integrante del bilancio regionale. Con queste risorse potremo puntare all’attivazione stagionale dei servizio, garantendo, nei limiti di ciò che sarà tecnicamente possibile, le fermate intermedie di Mattinata, Vieste, Peschici e Rodi Garganico. Lo stanziamento iniziale da me richiesto era di 500 mila euro, ma ho dovuto ridurre di poco la cifra affinché trovasse copertura di spesa. Posso dire che abbiamo portato a casa un significativo risultato per la Capitanata ed il Gargano, di cui sono particolarmente soddisfatto”.

Paolo Campo, presidente della V Commissione Ambiente del Consiglio regionale: “Il collegamento tra Manfredonia e le Isole Tremiti può rivivere con lo stanziamento di 450.000 euro incluso nella legge di bilancio per il 2022 della Regione Puglia, ottenuto grazie all’emendamento che ho condiviso con il collega Giandiego Gatta.

Oltre ad incrementare l’offerta di connessione con le Diomedee a vantaggio di tutta l’area centro-meridionale della Capitanata, l’obiettivo che s’intende perseguire è attivare una modalità di collegamento alternativa a quello su gomma a favore di quanti vogliano raggiungere Mattinata, Vieste, Peschici e Rodi Garganico.

Si potrà, quindi, realizzare il progetto di ‘metrò del mare’ che riuscii ad inserire nella pianificazione strategica di area vasta Capitanata 2020 e che fu poi accantonato a causa della carenza di fondi statali”, conclude Campo.