Niente botti di Capodanno a Foggia, divieto fino al 7 gennaio. Rimozione per le bancarelle che vendono petardi

Ok, invece, ai fuochi d’artificio acquistati in rivendite autorizzate che presentino un rischio potenziale estremamente basso ed un livello di rumorosità basso o comunque non nocivo per uomo e animali

Feste sobrie a Foggia. Covid, scioglimento per mafia e gli episodi dello scorso Capodanno (dagli “auguri alla malavita” fino alle pistolettate di Iaccarino) hanno spinto i commissari a mettere un freno alle feste “pirotecniche”. Ecco allora il divieto dei botti di Capodanno. L’ordinanza della Commissione straordinaria vieta i fuochi fino al 7 gennaio 2022. Nel provvedimento è stata disposta anche “l’immediata rimozione di manufatti di fortuna” finalizzati o utilizzati per la vendita abusiva dei botti.

“Divieto di effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico”, si legge nell’ordinanza.
Divieto, inoltre, “di utilizzare fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all’articolo 57 Tulps e di utilizzare giochi pirotecnici, anche di libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l’uso stabilite sulle etichette, fatta eccezione: per gli spettacoli autorizzati e tenuti da professionisti”. Ok, invece, ai fuochi d’artificio acquistati in rivendite autorizzate che presentino un rischio potenziale estremamente basso ed un livello di rumorosità basso o comunque non nocivo per uomo e animali. Multe previste da 100 a 500 euro.



In questo articolo: