Il Concerto di Natale dell’Università di Foggia: la musica di Danilo Rea e lo scambio di auguri con la città

Il rettore: “Ritrovarci nella bellissima cornice del Teatro Giordano non solo è bello ma assume un significato particolare”

Sarà il noto jazzista Danilo Rea ad aprire il Concerto di Natale dell’Università di Foggia. Rea, pianista italiano che ha portato il jazz sui maggiori palchi del panorama nazionale, è ospite speciale del 20 dicembre, giornata che l’Unifg ha scelto di dedicare idealmente allo scambio di auguri natalizi con la città e la comunità accademica.

Il Concerto di Natale, organizzato assieme al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, si terrà lunedì 20 dicembre alle ore 20 al teatro Giordano, subito dopo la tradizionale messa di Natale che sarà celebrata da monsignor Pelvi in Cattedrale alle 19.00.

“Siamo contenti ed onorati di avere Danilo Rea come nostro ospite – ha detto il rettore dell’Università di Foggia Pierpaolo Limone –. Ritrovarci nella bellissima cornice del Teatro Giordano non solo è bello ma assume un significato particolare dopo questi due anni così complessi. Come Università non possiamo che essere sostenitori dell’arte e della cultura in tutte le sue forme e non smetteremo di renderci centro propulsore di iniziative culturali che coinvolgano non solo la comunità universitaria ma l’intera città. La musica unisce e permette di vivere emozioni profonde di cui abbiamo bisogno, ora più che mai”.

La serata del 20 dicembre si prospetta, quindi, come un momento di festa con musica di qualità. Successivamente all’esibizione di Danilo Rea, infatti, il palco del Teatro Giordano ospiterà un’esibizione di musica classica a cura del Conservatorio e un momento dedicato al Gospel a cura di Joy Music Project.

Il concerto è gratuito, aperto sia all’intera comunità accademica che alla città. È possibile prenotare il proprio posto su eventbrite, al seguente link: https://nataleunifg.eventbrite.nl

L’accesso all’evento è consentito, secondo le vigenti normative nazionali, soltanto per chi è in possesso della Certificazione Verde Covid-19.