A Manfredonia la virata a destra delle civiche vicine ai 5stelle. Barone: “Ci aspettavamo un altro comportamento”

“Tutto legittimo quello che hanno deciso di fare ma è chiaro che va in contrasto con quanto era stato portato avanti da diversi mesi tutti insieme. Ma Movimento neutrale al ballottaggio”

A Manfredonia, dopo l’elezione del nuovo sindaco, è tempo di analisi e commenti. Perché la coalizione Manfredonia 2050, composta da Movimento 5 Stelle e tre liste civiche si è sfaldata? Perché al ballottaggio le tre civiche si sono accordate con il centrodestra? La parola all’assessora regionale del M5S, Rosa Barone. “Le liste civiche sono autonome, possono decidere quello che vogliono, tuttavia ci aspettavamo tutt’altro comportamento, almeno per rispetto nella figura di Raffaele Fatone. Tutto legittimo quello che hanno deciso di fare ma è chiaro che va in contrasto con quanto era stato portato avanti da diversi mesi tutti insieme. Una cosa è certa, il Movimento 5 Stelle è rimasto neutrale al turno di ballottaggio, e siamo stati corretti rispetto al voto del 7 novembre. In consiglio comunale faremo opposizione netta ma leale e costruttiva”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui



In questo articolo: