Criminalità garganica, “sorvegliato speciale” arrestato tre volte. Non rispettava l’obbligo di stare in casa dopo le 22

Un 32enne di Vico, con gravi precedenti di polizia, è stato arrestato dai carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno tratto in arresto in flagranza, per tre volte, un 32enne del luogo, con gravi precedenti di polizia, per non aver rispettato le prescrizioni inerenti la sua sottoposizione alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno. Nel mese di maggio, il Tribunale di Bari, su proposta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, valutata la pericolosità ed i precedenti penali dell’uomo, ha emesso nei suoi confronti il provvedimento della sorveglianza speciale di P.S., con obbligo di soggiorno, per la durata di un anno e mezzo.

La misura, di natura preventiva, adottata ai sensi del Decreto Legislativo n.159/2011 (il “Codice Antimafia”), oltre a stabilire che l’interessato non avrebbe potuto allontanarsi dall’abitazione nella fascia oraria 22-6 (senza comprovata necessità), gli ha prescritto di svolgere un proficuo lavoro; non trasferire la propria residenza o dimora; non allontanarsi dal luogo di residenza; non associarsi a persone condannate e/o sottoposte a misure di prevenzione e/o sicurezza; non detenere e non portare armi o altri strumenti atti ad offendere; non partecipare a riunioni in luogo pubblico; presentarsi due volte la settimana oltre la domenica all’Autorità di P.S.; portare con sé la carta precettiva e presentarla ad ogni richiesta dell’Autorità di Polizia.

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio svolti costantemente dai reparti della Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano, tendenti a vigilare sulle persone sottoposte a provvedimenti restrittivi domiciliari ed alle misure di prevenzione e sicurezza, la pattuglia della Sezione Radiomobile, nei mesi di agosto e settembre, ha sorpreso per tre volte il sorvegliato, a girovagare oltre la mezzanotte per le vie del paese. Al riguardo, l’autorità giudiziaria, che ha sottoposto ai domiciliari l’uomo, convalidando gli arresti, ha disposto inoltre nei suoi confronti il provvedimento di presentazione alla Polizia Giudiziaria due volte al giorno, oltre alle prescrizioni quale sorvegliato speciale di P.S., con obbligo di soggiorno nel comune di Vico del Gargano.



In questo articolo:


Change privacy settings