Lina Taronna di Monte Sant’Angelo vince concorso fotografico “Dall’ombra alla luce”. I suoi “Numeri” conquistano il primo posto

Lo svilupparsi della spirale esalta la sequenza dei numeri, interpretabili, come messaggi di tipo cronologico, associabile allo scorrere dei giorni, o come un messaggio salvifico per tutti noi

Mercoledi sera, 6 ottobre 2021, con la presentazione delle foto dell’11° Concorso amatoriale fotografico “Dall’ombra alla luce”, si è articolata una bella conversazione tra i presenti.
Giudizi, impressioni e pareri hanno contribuito a rendere un momento di cultura davvero ricco.
La classifica con i commenti alle foto è la seguente:

La foto 1° classificata è “Numeri” di Lina Taronna di Monte Sant’Angelo (FG).
Il passaggio dall’ombra alla luce è proposto esaltando l’incedere della stessa luce, dal centro d’interesse dell’immagine, in modo elicoidale. Lo svilupparsi della spirale esalta la sequenza dei numeri, interpretabili, come messaggi di tipo cronologico, associabile allo scorrere dei giorni, o come un messaggio salvifico per tutti noi.

La foto 2° classificata è “Presenzeassenze” di Rocco Scattino di Ferrandina (MT)
il contrasto luce-ombra si sviluppa in modo dinamico, assumendo il ruolo di guida nella lettura della foto. Il soggetto principale è leggermente deviato rispetto al centro dell’immagine, accrescendo in tal modo l’assenza di staticità a vantaggio della sensazione di alternanza rapida dei contrasti.

La foto 3° classificata exequo è “La macchina del tempo” di Domenico Marzaioli di Maddaloni (CE)
la scelta di zoomare durante lo scatto propone un passaggio dinamico, molto rapido dall’ombra alla luce, dal passato al futuro. L’approccio geometrico è ben studiato, scegliendo una composizione originariamente di tipo statico centrale e in seguito sviluppata a vantaggio della stessa dinamicità.

La foto 3° classificata exequo è “Candele” di Angelo De Lucia di Caserta
la foto propone un’interpretazione ancestrale del tema del concorso. Il passaggio dall’ombra alla luce avviene secondo una scansione drammatica dei contrasti buio-fuoco. La sequenza delle fiamme si sviluppa sulla diagonale dell’immagine, assegnando alla fiamma principale il ruolo di capofila del cammino di una sequenza. (fonte casertamusica.com)





Change privacy settings