Il “controllo” della terra attraverso gli animali, ma ora c’è chi denuncia. Sul Gargano ettari liberati da occupazione abusiva

L’intervento della Polizia Locale a Mattinata dopo la denuncia del 73enne Luigi Prencipe. L’anziano aveva evidenziato una serie di prevaricazioni che sarebbero state messe in atto da un uomo con suo figlio

Polizia Locale in azione a Mattinata. Oggi gli agenti sono intervenuti per fermare il pascolo abusivo di animali e rimuovere una serie di recinzioni. L’operazione di oggi arriva dopo il caso sollevato giorni fa da l’Immediato che aveva raccontato la denuncia del signor Luigi Prencipe, un 73enne del posto autore di una lettera inviata al prefetto di Foggia Carmine Esposito, al procuratore Ludovico Vaccaro, al Ministero dell’Interno e all’Arma dei Carabinieri. Una missiva mirata allo scopo di denunciare una persona nota del paese L.P. e suo figlio, entrambi allevatori, accusati di aver pascolato per anni abusivamente sul demanio comunale e più precisamente sulle contrade Grasso, Paratina ed Alvaro, occupando di fatto in esclusiva circa 40 ettari del territorio comunale. Secondo Prencipe, i pastori avrebbero “provveduto a recintare con filo spinato tali appezzamenti e, in aggiunta, per avvalorarne il possesso in esclusiva”, avrebbero anche “posizionato, in diverse zone, delle vasche da bagno per l’abbeveraggio del loro bestiame”. Secondo Prencipe ci sarebbe ancora tanta omertà rispetto a queste vicende: “Il filo spinato per circoscrivere le zone ha comportato che molti proprietari di terreni siano bloccati ad accedere ai propri terreni di proprietà, solo che costoro non denunciano per paura”.

Sul Gargano, da oltre 40 anni ormai, molte diatribe riguardano ancora gli animali. Fu per l’abigeato, infatti, che scoppiò la faida tra montanari nel 1978. Gli animali per marchiare il territorio, un segnale di supremazia attraverso il pascolo del proprio bestiame su terreni altrui e persino lungo le strade asfaltate, con evidenti disagi alla circolazione. Ma oggi c’è chi denuncia.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Le immagini prima dell’intervento degli agenti



In questo articolo:


Change privacy settings