Il Comune di San Severo si riprende due beni confiscati alla mafia, è la prima volta che accade. “Un giorno ricco di significati”

“A breve le due nuove proprietà acquisite al Patrimonio Comunale saranno entrambe destinate a finalità sociali in favore della comunità”

Questa mattina a Foggia, presso gli uffici della Prefettura, è stato siglato un importante atto per l’intera comunità sanseverese. Il sindaco Francesco Miglio, accompagnato dall’assessore alle Politiche Sociali Simona Venditti, ha sottoscritto con il prefetto di Foggia Carmine Esposito, il verbale di consegna di due beni immobili, sequestrati alla criminalità organizzata, ora acquisiti al patrimonio del Comune di San Severo.

“Non c’è dubbio che oggi sia un giorno importante e ricco di notevoli significati – dichiarano il sindaco Miglio e l’assessore Venditti – per tutti noi sanseveresi. Il Comune di San Severo per la prima volta è destinatario di beni confiscati alla criminalità organizzata, ritenuti come ricchezze accumulate illecitamente dalla delinquenza nel corso degli anni. Questi due beni, diventati in precedenza proprietà dello Stato, ora lo sono del Comune di San Severo e di tutta la comunità sanseverese. A breve le due nuove proprietà acquisite al Patrimonio Comunale saranno entrambe destinate a finalità sociali in favore della comunità. Da parte nostra possiamo assicurare il massimo impegno in tal senso anche nel prossimo futuro, per proseguire senza indugio la nostra battaglia per una San Severo più sicura e vivibile”.



In questo articolo:


Change privacy settings