Sgarbi non ha dubbi: “Vieste un passo avanti al Libro Possibile”. Starace: “Dopo anni posto di rilievo tra le mete culturali dell’estate”

“La sensazione venendo da Roma, e vedendo questa scenografia straordinaria, è che Vieste sia un passo avanti al Libro Possibile e determina un’attenzione diversa anche rispetto a Polignano”. Così il noto critico e parlamentare Vittorio Sgarbi ha commentato l’organizzazione della rassegna culturale della perla del Gargano. Un esordio di successo, scaturito dall’indefesso lavoro dell’assessore al ramo della Giunta Nobiletti, Graziamaria Starace. “Il Gargano è poetico – ha aggiunto Sgarbi -, qui ho visto quella splendida luminaria, quasi religiosa, e l’ambiente crea quella concentrazione giusta che favorisce il dialogo”.

“Finalmente questo evento tanto sospirato e atteso – ha chiosato l’assessore alla Cultura Starace -, siamo molto soddisfatti. Anche gli ospiti sono tutti contenti della nostra accoglienza e del nostro territorio meraviglioso. Finalmente dopo tantissimi anni Vieste ha un posto di rilievo nel panorama delle mete culturali dell’estate. Questo davvero ci fa grande onore”, ha concluso.

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL LIBRO POSSIBILE