“Gino Lisa” aperto a luglio, due compagnie interessate a volare da Foggia. Catamerò (Adp): “Società che portano ricchezza”

Le parole del direttore generale di Aeroporti di Puglia durante un dibattito online. Operatori sperano nei low cost

L’Aeronautica militare potrebbe autorizzare a volare sul nuovo aeroporto di Foggia il “22 aprile”. In caso di ok, “lo scalo potrebbe essere aperto a luglio”. Lo ha detto Marco Catamerò, direttore generale di Aeroporti di Puglia, durante un dibattito online sul futuro del Gino Lisa. All’incontro, organizzato dal comitato tecnico Vola Gino Lisa (presidente Sergio Venturino), hanno preso parte operatori turistici, rappresentanti di compagnie aeree, dell’università di Foggia, del consorzio industriale Asi e i parlamentari Lovecchio, Angiola e Traversi. Per la Regione Puglia è intervenuto il vicepresidente Raffaele Piemontese. All’appuntamento anche il cantante foggiano Gaudiano, vincitore di Sanremo giovani, che ha rappresentato le esigenze dei tanti giovani residenti al Nord.

Catamerò ha parlato della “manifestazione d’interesse di due compagnie” che potrebbero far decollare davvero lo scalo. “Parliamo di aeromobili di società private che già operano su Brindisi, Bari e Grottaglie e che portano ricchezza”, ha detto. Ha inoltre fatto alcuni riferimenti al Sieg (i voli pagati dallo Stato) e alle opportunità offerte dalla base di Protezione civile. Sia gli operatori turistici che l’università hanno esortato gli addetti ai lavori a puntare forte sui voli low cost già attivi in altre zone della Puglia.

Le compagnie intervenute (Lumiwings, Sky Alps, Tayaranjet) hanno tutte espresso – come riporta oggi La Gazzetta del Mezzogiorno – “grande disponibilità ad allacciare collegamenti con Foggia”. Piemontese: “Si tratta di attivare nuove destinazioni e di ricreare traffico. Dobbiamo incentivare i vettori e nuove rotte in sinergia con gli operatori turistici ed economici”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: