Ricercato da una procura tedesca si nascondeva in campo rom foggiano. Spiccato mandato d’arresto europeo per 34enne bosniaco

Nonostante il tentativo di sottrarsi alla cattura nascondendosi all’interno del container in cui alloggiava, il cittadino bosniaco è stato rintracciato e tratto in arresto

Nel pomeriggio del 2 aprile, personale dell’U.P.G.S.P. (Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico) ha dato esecuzione alla misura cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma a seguito di mandato di arresto europeo richiesto dalla Procura di Hildsheim (Germania) per il reato di furto aggravato continuato a carico di un cittadino bosniaco, classe 1987 – pregiudicato.

Grazie all’attività di indagine condotta in loco dagli agenti dell’U.P.G.S.P. intervenuti, il 34enne è stato rintracciato all’interno del campo rom ubicato sulla S.P. 70. Nonostante il tentativo di sottrarsi alla cattura nascondendosi all’interno del container in cui alloggiava, il cittadino bosniaco è stato rintracciato e tratto in arresto. Condotto in Questura per accertamenti, al termine delle formalità di rito è stato accompagnato in carcere.



In questo articolo: