Assunzioni e incompatibilità, Landella si autosospende dall’Asi di Foggia: “Troppi dubbi su incarichi”

“Mi autosospendo dal Consiglio di Amministrazione del Consorzio ASI in attesa del pronunciamento dell’ANAC sulla possibilità che i sindaci e presidenti di Provincia possano far parte del CdA del Consorzio dell’Area di Sviluppo Industriale di Foggia”. Lo ha dichiarato il sindaco di Foggia, Franco Landella.
“Ho provveduto a revocare in autotutela la mia dichiarazione di incompatibilità e inconferibilità poiché sulla questione nutro la medesima perplessità del presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta – ha spiegato -. Ho forti dubbi anche sulla compatibilità dell’attuale presidente del Consorzio, Agostino De Paolis, eletto recentemente sindaco di Accadia, che da commissario straordinario ha ricevuto in continuità anche l’incarico di presidente del Consiglio di Amministrazione dell’ente di via monsignor Farina”.
“Per quanto concerne la vicenda delle due assunzioni – ha proseguito -, tra cui quella della nuora di un membro del Consiglio di Amministrazione, Emilio Paglialonga, avvenute nei giorni antecedenti all’assemblea dei soci e all’insediamento del nuovo CdA, si evidenziano profili di marcata illegittimità e per tale ragione ho ufficialmente richiesto l’annullamento in autotutela di tutta la procedura concorsuale, poiché ai sensi del D. Lgs. 165/2001 doveva essere svolto un concorso con evidenza pubblica in considerazione del fatto che il Consorzio ASI è un ente pubblico economico, così come confermato dalla stessa Autorità Nazionale Anticorruzione”, conclude.