Operazione “Weekend Sicuro” a Foggia, verbali al quartiere ferrovia. Landella: “Non gettiamo alle ortiche i sacrifici fatti”

Con lo “Street Controllo” sono stati sanzionati 80 veicoli in sosta irregolare ed uno per non aver effettuato la revisione periodica

In questo fine settimana gli agenti della Polizia Locale di Foggia, nell’ambito del progetto ‘Weekend Sicuro’, hanno posto in essere una intensa attività operativa volta al rispetto delle norme anti-covid e del Codice della Strada.
Sanzionato per violazioni alle norme anticovid il gestore di un chiosco in piazza Goppingen, a due passi da piazzale Italia. Tre pattuglie coordinate sul posto da un ufficiale, sono intervenute in via Podgora nel quartiere ferrovia dove, durante i controlli, hanno proceduto a sottoporre a sequestro amministrativo due veicoli perché sprovvisti di copertura assicurativa.
Gli agenti hanno anche contestato nove verbali per violazioni al Dpcm del 2 marzo 2021 a persone che non indossavano la mascherina e che stazionavano in un circolo privato in via Piave. All’arrivo degli agenti, gli avventori stavano giocando a carte. Sanzionato anche il titolare dell’attività.
Infine, anche con l’impiego del sistema Street Control, sono stati sanzionati 80 veicoli in sosta irregolare ed uno per non aver effettuato la revisione periodica.
“Le misure di contenimento del contagio – dichiara il sindaco, Franco Landella -, in regime di zona gialla, ferma restando l’attività di controllo, per dispiegare in pieno la loro efficacia vanno sostenute da un profondo senso di autodisciplina nell’interesse di tutti. L’attività continuerà anche nei prossimi fine settimana. Al di là dei controlli posti in essere dalla Polizia Locale di Foggia, faccio appello al senso civico e alla responsabilità dei cittadini nel rispettare le regole anticontagio. Non possiamo gettare alle ortiche i tanti sacrifici fatti fino ad oggi e non dobbiamo abbassare la guardia in questo momento, anche per via delle varianti più contegiose del Sars-Cov-2. Ne va della salute dei nostri cari visto che la maggior parte dei contagi si registrano tra i nuclei familiari”.



In questo articolo:


Change privacy settings