Locale con porta blindata era market della droga, la scoperta dei militari a San Severo. In manette due pusher

Sotto sequestro decine di grammi di marijuana ed eroina. Perquisizioni anche in abitazione

All’alba di venerdì mattina, i carabinieri della Sezione Operativa coadiuvati da personale dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Puglia”, da una squadra del 11° Reggimento Carabinieri “Puglia” di Bari e da unità cinofile, hanno effettuato perquisizioni domiciliari, veicolari e personali in via Mario Carli a San Severo. Nel corso delle operazioni, i carabinieri hanno scoperto un locale, protetto da una porta blindata, adibito a vero e proprio market della droga. Sebbene i militari abbiano sfruttato l’effetto sorpresa e divelto facilmente la serratura, gli occupanti si sono liberati di gran parte della droga scaricandola nel WC. Parte della stessa, poche decine di grammi di marijuana ed eroina, è stata comunque recuperata e sottoposta a sequestro unitamente a bilancini, al materiale per il confezionamento e ad oltre 1500 euro provento dell’attività di spaccio. I due pusher trovati all’interno del “covo”, uno di San Severo e l’altro di Torremaggiore, sono stati successivamente dichiarati in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno esteso poi le operazioni di polizia alle abitazioni dei due, scoprendo a casa del giovane di San Severo due panetti di hashish per un peso complessivo di circa 200 grammi. Gli arrestati, su disposizione del pm di turno della Procura di Foggia, sono stati condotti l’uno agli arresti domiciliari a Torremaggiore e l’altro presso la Casa Circondariale di Foggia in attesa del rito per direttissima, a seguito del quale sono stati sottoposti all’obbligo di dimora con presentazione alla P.G. mentre l’altro agli arresti domiciliari. Nella stessa giornata, sempre nella città di San Severo, è stato denunciato un giovane della provincia di Foggia trovato a bordo della propria autovettura con un modico quantitativo di cocaina. Oltre alla denuncia per detenzione ai fini di spaccio, il giovane dovrà rispondere anche di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti che prevede la sospensione della patente fino a due anni.

Nel corso del servizio di controllo del territorio sono stati inoltre redatti tre verbali per violazione della normativa Covid-19 nei confronti di altrettanti giovani trovati su pubblica via oltre l’orario del coprifuoco, controllate 320 persone a bordo di 207 veicoli ed elevate 18 contravvenzioni al codice della strada tra cui nove per guida con veicoli sprovvisti di assicurazione obbligatoria, sequestrando infine un veicolo ad un conducente trovato alla guida in stato di ebbrezza alcolica.



In questo articolo: