Consiglio comunale di Foggia, Bove prende il posto di Longo. Se ne va Leo Di Gioia: “Mi sono dimesso questa mattina”

Lascia l’assise l’ex assessore regionale, senza suggerire i motivi di tale scelta. Per lui importante incarico a Roma?

“Subentrare in questo modo per l’arresto di un collega non è il massimo”. È stata la prima battuta Zoom del subentrante Antonio Bove che per la surroga prende il posto del meloniano Bruno Longo. “Sono convinto che Longo saprà far valere le sue ragioni e dimostrerà la sua innocenza. Il Consiglio comunale non può perdere un eletto di così tanta esperienza e sagacia”, ha aggiunto un super garantista Giulio Scapato, presidente pro tempore.

Non è solo Longo a lasciare l’aula, anche l’altro politico dalla maggiore esperienza istituzionale, Leo Di Gioia, si è dimesso. Assente dal dibattito web. Ha protocollato le sue dimissioni al segretario generale. A confermarlo a l’Immediato è lui stesso. “Ho fatto, mi sono dimesso questa mattina”, osserva laconico, senza suggerire i motivi di tale scelta. Per lui potrebbe esserci un grosso incarico nel sottogoverno della squadra di Mario Draghi in quota Maurizio Lupi e Lega.