Il Comune vigila sul caos societario nel Calcio Foggia. “Verifiche su reali intenzioni di chi vuole vendere e di chi vuole comprare”

L’amministrazione tiene d’occhio l’evoluzione della vicenda che vede contrapposti Pintus e Felleca. L’intervento di Cangelli

Dopo il comunicato della Pintus e la nota di risposta di Felleca, il Comune di Foggia è tornato a parlare in merito alle questioni societarie rossonere. Queste le dichiarazioni di Sergio Cangelli, assessore allo Sport: “Molti tifosi mi chiedono di prendere una posizione sulla evoluzione della questione societaria relativa al Calcio Foggia 1920, sulla quale la tifoseria stessa sembra letteralmente spaccata in due. Come ho ribadito in numerose sedi, il Comune di Foggia non può e non deve stabilire chi abbia ragione in una disputa tra soci di una società privata, anche in considerazione del fatto che la vicenda abbia assunto connotati giuridico-legali piuttosto complessi”.

“Ciò che invece il Comune può fare, ed anzi ‘deve’ fare a nome di tutta la tifoseria – prosegue Cangelli –, è vigilare sull’evoluzione della vicenda e pretendere, da coloro che si candidano a guidare la ‘nostra’ squadra, sia le garanzie sulla regolare prosecuzione della stagione calcistica in corso e sia il progetto tecnico-economico su cui fondare le stagioni future. Il prossimo 3 febbraio è stato fissato un incontro dinanzi a un notaio di Cagliari per il passaggio definitivo del 50% delle quote della società che detiene la maggioranza del Calcio Foggia 1920. Al momento non ci resta che attendere l’esito di questo incontro, che in ogni caso consentirà una prima verifica sulle effettive intenzioni di chi vuole vendere e di chi vuole acquistare. Sempre forza Foggia!”.



In questo articolo:


Change privacy settings