“A che punto è la Vas del Parco Incoronata?”. Insieme a Rosa Barone, focus sull’ambiente dei pentastellati Fatigato e Quarato contro i ritardi di Landella

Con l’ingresso nella Giunta regionale di Michele Emiliano, Rosa Barone ha già assicurato una sua particolare attenzione sul bosco che circonda il santuario della Vergine nera

Rimarcano i ritardi del Comune di Foggia sul Parco Incoronata il capogruppo del MoVimento 5 Stelle al Comune di Foggia, Giuseppe Fatigato e il consigliere comunale Giovanni Quarato in una lunga interrogazione sul futuro dell’area protetta. L’istanza è un cavallo di battaglia del M5S, che già sul Parco del Gargano stanno dando battaglia sulla questione dell’allontanamento della direttrice Maria Villani da parte del presidente Pasquale Pazienza. Con l’ingresso nella Giunta di Michele Emiliano, Rosa Barone ha già assicurato una sua particolare attenzione sul bosco che circonda il santuario della Vergine nera. “Nel lontano 2006 la Regione Puglia con la Legge regionale numero 10 normava l’ “Istituzione del Parco naturale regionale ‘Bosco Incoronata’”. Da allora poco si è fatto per rendere il parco vivo e non soltanto un’area di carta. Secondo l’articolo 5 la gestione del Parco naturale regionale “Bosco Incoronata” è affidata al Comune di Foggia, che vi provvede coordinando strettamente i propri interventi con gli obiettivi di programmazione regionale in materia di conservazione della natura e aree naturali protette.

Il Comune secondo la legge, per la gestione, deve organizzare una struttura autonoma nell’ambito dell’Amministrazione comunale, con la possibilità da parte del sindaco di nominare un Direttore della riserva. Nel 2016 a tal proposito è stato nominato il dirigente d’area, l’ingegner Paolo Affatato, la cui struttura amministrativa di riferimento è impiegata esclusivamente nei compiti di gestione dell’area protetta. Per l’attuazione delle finalità del Parco naturale regionale “Bosco Incoronata” l’Ente di gestione si dota del Piano territoriale dell’area naturale protetta, che il Comune di Foggia ha adottato nel 2017; di un Piano pluriennale economico sociale, al fine di valorizzare gli usi, i costumi, le consuetudini e le attività tradizionali delle popolazioni residenti sul territorio, nonché le espressioni culturali proprie e caratteristiche delle identità delle comunità locali e di un Regolamento”. È quanto osservano i due eletti comunali, che vanno nello specifico.

“Nel 2018 il direttore del Parco informò l’ente comunale e i suoi eletti di aver avviato una procedura di Vas. A che punto è l’ingegner Affatato?” Nel loro atto i due eletti pentastellati interpellano l’amministrazione su quale sia lo stato della procedura di Vas relativa al Piano Territoriale del Parco Naturale Regionale Bosco Incoronata avviata a luglio 2018, su quali siano le azioni utili attivate ad oggi al fine di arrivare all’approvazione definitiva del piano territoriale e del regolamento dell’area protetta e infine su quali misure intenda adottare l’amministrazione comunale per valorizzazione il parco attraverso la predisposizione di progetti per rendere maggiormente fruibile l’area. “Le cittadine e i cittadini foggiani, anche in vista dei prossimi mesi primaverili ed estivi e della persistenza dell’emergenza pandemica, hanno la necessità di appropriarsi in tutta sicurezza degli spazi del parco, che merita una fruizione molto più allargata e partecipata, in chiave didattica, sportiva e turistica”, concludono Fatigato e Quarato.





Change privacy settings