Covid e scuola, preside Trecca: “Ritorno in presenza priorità assoluta. DAD rallenta crescita ragazzi”. Caldarella: “Relazioni umane sono fondanti”

Caos scuola, parlano i dirigenti scolastici foggiani. “Stiamo vivendo un momento delicato di fronte a questo susseguirsi di disposizioni normative”

“Ritorno in presenza deve essere considerato priorità assoluta – lo ha detto Giuseppe Trecca, dirigente scolastico del Liceo Lanza di Foggia -. La Dad rallenta il percorso di crescita dei ragazzi. La scuola, forse, avrebbe dovuto rispondere con maggiore determinazione nell’accettare una variazione degli orari di ingresso e di uscita. Credo che anche tre quarti d’ora di ingresso differenziato creerebbe già una forbice importante”.

Enza Caldarella, dirigente del Poerio: “La scuola sta vivendo un momento delicato di fronte a questo susseguirsi di disposizioni normative. I ragazzi hanno bisogno di avere la relazione umana e di tornare in presenza. Ci auguriamo che a breve, nel rispetto dei protocolli, i ragazzi possano rientrare almeno al 50 per cento. Ci sono dei nodi che non sono state coerentemente dipanati. Ed ora stiamo in questa situazione ma avvertiamo forte la voglia dei ragazzi di tornare in presenza”.





Change privacy settings