“Le aree adiacenti alla recinzione della pista non possono diventare una discarica”. L’allarme di Vola Gino Lisa

Il Comitato Vola Gino Lisa ha notato una preoccupante tendenza nella cieca via Castelluccio

C’è preoccupazione tra i membri e gli attivisti del Comitato Vola Gino Lisa. Gli associati hanno già allertato Comune e forze dell’ordine.
Sulla via interrotta per l’allungamento della pista dello scalo foggiano, via Castelluccio, si stanno ammonticchiando moltissimi rifiuti.
La strada divenuta cieca è ricettacolo di coloro che scaricano materiali di risulta così come accade in molte strade di Capitanata a cominciare dalla via che dalla Statale 16 porta a Biccari, vero immondezzaio provinciale.

La monnezza in via Castelluccio sta crescendo proprio in adiacenza alla recinzione dello spazio aeroportuale. Un privato ha anche piantato delle palme che potrebbero essere moleste per gli aerei. Tutto inaccettabile secondo gli attivisti, che hanno fatto dell’aeroporto la loro ragione di vita pubblica. “Le aree prospicienti alla pista non possono diventare una discarica. Quando saranno posizionate le fototrappole?”, è il grido di allarme e l’interrogativo di Vola Gino Lisa.





Change privacy settings