“Posti letto di terapia intensiva al Deu o a Foggia rischiamo scene tragiche della Lombardia”, nuove accuse al Riuniti dal Tdm

“Dopo le varie denunce e segnalazioni sulla mancata apertura del nuovo DEU, circolano strane notizie circa il trasferimento presso tale struttura di uffici amministrativi quasi a far vedere che qualcosa si muove. Vogliamo ricordare a Dattoli ed alle Istituzioni territoriali che la criticità più drammatica in questo momento è rappresentata dalla insufficienza dei posti letto di terapia intensiva a fronte di una richiesta che col passare dei giorni diventa sempre più ampia”. Il tribunale dei diritti del malato della Capitanata, rappresentato da Maria Rosaria Castrignanò, continua a denunciare le “carenze gestionali” al Policlinico “Riuniti” di Foggia.

“Con tutta probabilità questo andamento sfavorevole potrebbe peggiorare con la stagione invernale mettendo a serio rischio la vita di un numero considerevole di persone – prosegue -. È urgente, pertanto, attivare nel nuovo DEU tutti i posti di terapia intensiva, anche adattando le sale operatorie ivi previste, consentendo così una disponibilità di posti letto più adeguata al bisogno di cure severe.  Non si perda altro tempo con diversivi di vario genere o proclami sui tempi di apertura se non vogliamo assistere anche a Foggia alle scene tragiche dei mesi scorsi viste in Lombardia.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings