“Dal Pd scorrettezza politica”, il centrodestra foggiano insorge dopo la richiesta di dimissioni del sindaco avanzata dall’opposizione

“Ancora una volta i consiglieri comunali del Pd di Foggia mostrano tutta la loro scorrettezza politica, agitando problemi inesistenti e premendo sul pulsante del solito disco rotto. Il rinvio dei lavori del Consiglio comunale, che tra l’altro non prevede all’ordine del giorno argomenti importanti per la comunità, è stato dovuto ad un accordo tra i capigruppo che hanno chiesto al presidente del Consiglio comunale qualche giorno di tempo per ridefinire alcuni assetti politici. Esattamente le stesse richieste che alcune volte sono giunte proprio dalla minoranza, che in più di una circostanza ha chiesto ed ottenuto di spostare i lavori dell’Assise consiliare di Palazzo di Città”. È quanto si legge in un comunicato congiunto dei segretari provinciali e dei capigruppo al Comune di Foggia di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia e delle liste civiche a Palazzo di Città. Una nota diffusa per rispondere al Pd locale che ha chiesto a gran voce le dimissioni di sindaco e maggioranza.
“La maggioranza di centrodestra al Comune di Foggia era ed è pronta a trattare qualsiasi argomento. Su un punto, però, siamo d’accordo con i consiglieri comunali del Partito Democratico di Foggia: in città ci sono alcuni problemi incancreniti. Problemi che sono stati creati nel disastroso decennale a guida centrosinistra, che hanno portato la città sull’orlo del baratro con decine e decine di milioni di euro di debiti che sono stati lasciati sulle spalle di un ogni singolo cittadino Foggiano. Giova ricordare ai distratti esponenti del PD che appena lo scorso anno i foggiani hanno affidato democraticamente la guida della città al centrodestra. Se ne facciano una ragione. E a proposito di consenso elettorale dopo le elezioni regionali, agli esponenti del centrosinistra sarebbe bastato sommare le preferenze ottenute dalle liste collegate al riconfermato governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, e quelle ottenute dal centrodestra. Avrebbero scoperto che il totale delle liste del centrodestra è ancora superiore a quello della galassia delle liste a sostegno di Emiliano. Le questioni politiche sono opinabili. La matematica no”.


In questo articolo:


Change privacy settings