Amministrative su Gargano e Monti Dauni, percentuali bulgare e vittorie per 4 voti. Ecco i nuovi sindaci

Grandi e piccole sorprese per il voto delle amministrative comunali in provincia di Foggia, dopo il flop leghista di Lesina. In Puglia la coalizione di Emiliano si è affermata anche nei municipi, Amedeo Bottaro a Trani vince in maniera grandiosa al primo turno e anche ad Andria le divisioni del centrodestra hanno privilegiato centrosinistra e M5S che andranno al ballottaggio.
Ma torniamo in Capitanata.
A Cagnano Varano per meno di 100 voti bocciato il preside dem Paolino Costanzucci che per lungo tempo era stato reggente al Parco del Gargano. Si afferma Michele Di Pumpo col 40,57% contro il 38%.

Vittoria bulgara a Casalvecchio per Noè Andreano che vince con oltre il 92% su Filippo Civetta che raccoglie solo 77 voti.
A Monteleone riconfermato col 61% Giovanni Campese, nemico storico del compianto senatore Nicola Morra.
Per soli 4 voti a Rocchetta vince Pompeo Circiello su Ranieri Castelli.
Finita l’era di Marco Camporeale a Serracapriola, vince col 53,74% Giuseppe D’Onofrio.

In alto, a sinistra, Circiello; accanto, D’Onofrio; sotto, Di Pumpo e Campese; nella foto grande, Andreano





Change privacy settings