Movida incontrollata sul Gargano, alcol servito ai minorenni. Locali sanzionati e sequestro di droga

Nelle serate e le notti del weekend dell’8 e 9 agosto, nei luoghi turistici della movida, la Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano ha svolto una serie di controlli, per verificare nei locali pubblici il rispetto delle norme anticovid ed il divieto di somministrare gli alcolici ai minori, individuare gli illegali possessori di armi, contrastare il fenomeno dell’uso e dello spaccio degli stupefacenti ed assicurare ai villeggianti ed alla comunità garganica tranquillità e sicurezza, attraverso la verifica del rispetto delle norme “salvavita” del Codice della Strada.

I carabinieri per tutelare la sicurezza dei frequentatori della zona del Gargano, perlustravano in particolare i luoghi di aggregazione ove si concentra la “movida” estiva, poiché in quelle aree, il desiderio di divertirsi può portare ad una minor prudenza sanitaria, ad un abuso degli alcolici da parte dei minori ed attira i malintenzionati dediti allo spaccio di droga, che cercano di coinvolgere nuovi clienti “consumatori. Particolare attenzione è stata anche rivolta alla crescente pericolosa abitudine tra i giovani di portare con se coltelli a serramanico, che in caso di liti e risse inducono a provocare gravi eventi.

Le pattuglie dei carabinieri, in divisa ed in abiti civili, di Rodi Garganico, Peschici e Carpino, intervenivano nelle località marine, dove mediante attività di osservazione, accertavano notevoli assembramenti di persone e che 4 esercizi non rispettavano la legge: uno veniva sanzionato con 2 verbali per inosservanza norme covid non avendo il personale indossato le mascherine e 2 verbali per aver somministrato alcolici a clienti minori degli anni 18, per un totale di euro 1250 circa. Ai restanti tre locali venivano elevati due verbali ciascuno, uno per analoga inosservanza norme covid ed altro per l’eccessivo volume della musica, contestando per ogni esercizio sanzioni per un totale di circa 800 euro. I locali verranno proposti per la chiusura sino a 30 giorni.

Nell’ambito dei blitz nei luoghi della movida, l’azione operativa ha consentito di individuare e perquisire due sospetti, con precedenti di polizia, che venivano trovati in possesso, di coltelli a serramanico della lunghezza di 18 e 19 cm, di cui 9 di lama. Immediato il sequestro delle armi e la denuncia dei soggetti. Inoltre i risultati dei controlli sui giovani sospettati di far uso di sostanze stupefacenti facevano conseguire il segnalamento di 13 assuntori trovati in possesso di dosi personali di marijuana e cocaina. Sequestrati in totale circa 6 grammi di marijuana e 2 di cocaina.

Nell’ambito della sicurezza stradale, i carabinieri della Radiomobile di Vico del Gargano e della Stazione delle Isole Tremiti, sorprendevano due automobilisti sprovvisti di patente di guida poiché mai conseguita ed un motociclista condurre il proprio veicolo sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. 20 le principali contravvenzioni al codice della strada elevate con conseguente detrazione di punti, riguardanti l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza, l’uso del cellulare alla guida ed il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini.

La posizione dei soggetti denunciati, con precedenti di polizia, verrà valutata ai fini dell’eventuale sottoposizione al provvedimento del foglio di via obbligatorio dalle località del controllo.



In questo articolo:


Change privacy settings