Il premier Conte nel Foggiano: “Qui la mafia ha saputo prosperare, è il momento di fare il deserto attorno ad essa”

Visita a Cerignola del presidente del Consiglio. Tappa allo Zingarelli dove ha incontrato i giornalisti e affrontato vari temi, dai migranti alla salute, passando per la lotta alla criminalità

Punto stampa da Cerignola

Punto stampa in diretta da Cerignola

Posted by Giuseppe Conte on Monday, August 3, 2020

“Dobbiamo intensificare i rimpatri e arginare i traffici illeciti”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in visita al liceo Zingarelli di Cerignola. Oggi il presidente del Consiglio ha fatto tappa in provincia di Foggia per visitare un bene confiscato alla mafia, “Terra Aut”. Prima, però, ha tenuto un incontro nell’istituto scolastico in compagnia della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Ai giornalisti ha parlato inizialmente del tema dei migranti, per poi spostarsi sulla politica.

Una battuta sulla doppia preferenza in Puglia: “Bisogna rispettare tutti gli elettori pugliesi e italiani. Non sarà più tollerato che non ci sia la doppia preferenza”.

Sentito sulla presenza della criminalità organizzato nel Foggiano, che è anche la sua terra, ha commentato così: “La mafia qui ha dimostrato di prosperare ed essere incisiva. Noi oggi dobbiamo fare il deserto intorno alla mafia. Ma dobbiamo anche alimentare la cultura contro la criminalità mafiosa e i giovani sono il seme della speranza che ci permetteranno di venire a capo del malaffare mafioso”.

Pensiamo più all’economia che alla salute? “Credo che nessuno può rimproverarci come abbiamo affrontato l’emergenza sanitaria ma non possiamo trascurare la recessione economica. Stiamo contemperando questi interessi ma al primo posto sappiamo bene cosa c’è”.



In questo articolo:


Change privacy settings