Salva la stagione del pomodoro, il Consorzio aumenta la dotazione d’acqua e la anticipa di un mese. L’impegno di Giuliano

Con questo netto mutamento, gli agricoltori potranno piantare i pomodori e i peperoni. Ad essere determinante nell’azione di convincimento nei confronti di un irremovibile presidente del Consorzio Giuseppe De Filippo è stato l’ex presidente di Confagricoltura insieme all’Op Mediterranea rappresentata da Nicastro

Nuovo Consiglio di Amministrazione al Consorzio per la Bonifica della Capitanata questa mattina. Gli agricoltori hanno vinto la loro battaglia, hanno ottenuto il risultato che volevano e che per loro era essenziale per non buttare al macero le loro speranze di coltivazione dei pomodori e delle altre orticole estive: + 40% di dotazione d’acqua, da 700 metri cubi a 1000 metri cubi d’acqua ad ettaro, e una anticipazione dell’acqua di un mese al primo giugno anziché al primo luglio.

La notizia è ufficiale ed è stata diramata dallo stesso Ente, che ha evidenziato: “Sulla base delle attuali disponibilità di risorsa negli invasi di Occhito e Capaccio, il Consiglio di Amministrazione riunitosi oggi 30 aprile 2020,  alla presenza di tutti i componenti: De Filippo Giuseppe, Carrabba Raffaele, Cusmai Rosario, Gatta Nicola, Giordano Nicola, Grasso Giuseppe, Giuliano Onofrio, Miano Angelo, Pratichizzo Timoteo Placido, all’unanimità,  ha deliberato il “Piano di distribuzione irrigua” per il Comprensorio del Fortore, rimodulato rispetto a quello adottato in precedenza in considerazione degli incrementi di risorsa disponibile e sulla base delle indicazioni delle Aree tecniche. L’apertura della stagione irrigua è stata fissata dal 1° giugno 2020 e fino all’esaurimento delle risorse disponibili per l’irrigazione e la dotazione è stata stabilita in 1000 mc per ettaro”.

Con questo netto mutamento, gli agricoltori potranno piantare i pomodori e i peperoni. Ad essere determinante nell’azione di convincimento nei confronti di un irremovibile presidente del Consorzio Giuseppe De Filippo è stato l’ex presidente di Confagricoltura Onofrio Giuliano insieme all’Op Mediterranea rappresentata dall’imprenditore Marco Nicastro.

Il referente dei grossi coltivatori della zona dell’Ofanto Salvatore Brancaccio è soddisfatto: “Onofrio Giuliano ha dato una mano reale, a differenza di altre persone che hanno fatto ben poco. Lo ringraziamo come uomo e non come rappresentante di Confagricoltura, perché la categoria si è fatta sentire poco”, specifica a l’Immediato.

Anche la Cia si è espressa favorevolmente. “Come Cia Capitanata aveva ufficialmente richiesto e auspicato, il CdA del Consorzio di Bonifica della Capitanata stamattina ha ratificato la propria decisione di anticipare al 20 maggio l’inizio della stagione irrigua, con distribuzione idrica da lunedì 1 giugno, anche nelle zone per cui l’avvio era previsto più tardi. E’ una decisione importante e saggia per la quale ringraziamo tutti i componenti del Consiglio d’Amministrazione. “San Severo e tutti i centri dell’Alto Tavoliere, ma anche l’area che si estende tutto intorno a Lucera, sono una delle zone agricole più importanti della Puglia per numero di aziende, superfici coltivate, quantità e qualità delle produzioni”, ha spiegato Michele Ferrandino. “Stiamo parlando di centinaia di imprese che danno lavoro a migliaia di persone. Alla siccità degli ultimi tre mesi e agli eventi calamitosi degli ultimi due anni, purtroppo si sono aggiunte le conseguenze di questa prolungata e gravissima emergenza sanitaria”, hanno osservato i dirigenti.