Stand Puglia affollati alla Bit di Milano: tappa del Giro d’Italia e partenza bici elettriche in versione green a Manfredonia

Il 17 maggio, in concomitanza con la Giovinazzo – Vieste della carovana rosa, al via all’iniziativa E 2020 dal “Marina del Gargano”

 “Giro d’Italia 2020, scoprire la Puglia in Bicicletta”: presentati alla Bit di Milano i dettagli del passaggio dell’ultracentenaria manifestazione ciclistica che il prossimo 17 maggio, oltre alla carovana da Manfredonia e dalle principali città del Gargano, vedrà la partenza proprio dal Porto turistico del “Giro-E 2020”, la versione green ed innovativa della competizione. Quindici team, composti anche da noti sportivi ed influencer, a bordo di biciclette elettriche promuoveranno la mobilità lenta e sostenibile unitamente ad una strategica azione di marketing territoriale dal forte respiro internazionale.

“Il nostro stand è stato preso d’assalto gli operatori presenti qui in fiera sono soddisfatti. Noi accompagniamo gli operatori che hanno deciso di investire in Puglia, di dare lavoro, di far crescere la nostra regione. Questa è la nostra sfida e per questo abbiamo cercato di fare un piano strategico per aiutarli ad investire – ha dichiarato l’asssessore regionale Loredana Capone –. Accompagnare il pubblico e il privato è il compito di Pugliapromozione e della Regione Puglia; accompagnarli e non sostituirli. Credo che questo sia frutto dell’ingegno di amministratori capaci che hanno creduto nella strategia proposta dalla Regione, la hanno condivisa e la hanno messa in pratica. Sicuramente c’è tanto ancora da fare ma siamo già soddisfatti del successo e dei risultati raggiunti con un intenso lavoro di squadra”. Soddisfazione è stata espressa anche da Roberto Salvador, direttore del GiroE e dal management di Marina del Gargano.

Il progetto Marine di Puglia intende valorizzare la risorse mare della Puglia, quale leva competitiva di attrazione dei circuiti internazionali del turismo, e vede nelle aree connesse del settore della nautica dei gateway turistici delle città, nelle quali devono svilupparsi buone pratiche di servizi di accoglienza e potenziali nuovi ed integrativi modelli di efficiente organizzazione che ruotano intorno alle realtà e istituzioni locali nonché alle autorità portuali. L’obiettivo è la realizzazione di una rete in grado di trasformare degli approdi turistici da semplici “parcheggi di barche” ad “Alberghi per yacht e maxi yacht” nonché a luoghi di accesso al territorio e alla sue peculiarità storiche, culturali, museali ed enogastronomiche con conseguente potenziamento dei posti barca. Realizzare, quindi, un sistema che secondo un modello “win-win” crei nuove opportunità di sviluppo per tutti gli operatori economici facilitando il rilancio delle economie locali tramite la valorizzazione delle eccellenze del patrimonio artistico, naturalistico e turistico senza dimenticare l’internazionalizzazione.

 





Change privacy settings