Regionali: la foggiana Maddalena Di Natale, salviniana della primissima ora per la lista della Lega

In Capitanata sono due le donne del Carroccio per le prossime elezioni, con nomi quasi simili. “Quello che manca nella nostra provincia è la consapevolezza di essere un territorio ricchissimo di risorse e di potenzialità”

Marianna Natale a San Giovanni e la foggiana Maddalena Di Natale (foto sopra). Sono due le donne della lista della Lega per le prossime regionali, con nomi quasi simili. Maddalena Di Natale scende in campo dopo essere stata già la donna più suffragata di Puglia nel 2015 quando il contenitore di Salvini non ancora nazionale si chiamava Noi con Salvini. Leghista della primissima ora, Maddalena Di Natale è fiera della sua appartenenza.

In un lungo comunicato stampa dà conto del suo attivismo. “In tempi non sospetti, quando il partito di Matteo Salvini in Capitanata quasi non esisteva, parliamo di 5 anni fa, quando si rischiava il linciaggio solo per aver dichiarato di patteggiare per il movimento che, di lì a 3 anni, avrebbe conquistato tutta Italia arrivando al 34% dei consensi, a Foggia  si, candidava nelle liste di Noi Con Salvini, al sud, in Puglia, dove si nascondono dietro il voto segreto contro il voto congiunti per equilibrare lo spazio delle donne in giunta! Un coraggio da leone”.

Oggi, come si legge nella nota, la sua candidatura è stata riproposta dai vertici leghisti, dal coordinatore provinciale Daniele Cusmai, dal coordinatore cittadino Antonio Vigiano e dai componenti dell’esecutivo regionale Raimondo Ursitti Joseph Splendido,  “perché rispecchierebbe il candidato ideale della Lega: coerente, giovane donna, proveniente dalla società civile, attendente la scuola politica del senatore Armando Siri della Lega a Milano”.

“Ho vissuto all’estero facendo un percorso imprenditoriale in tre nazioni diverse dalla mia ultima esperienza con la Lega nel 2015, in Canada, a Malta ed in Albania infine, nel settore del turismo, ed ho avuto modo di vivere tre situazioni totalmente diverse e positive allo stesso tempo” afferma la Di Natale continuando “dovremmo prendere spunto dalle amministrazioni di queste nazioni che hanno ampiamente dimostrato di elargire una qualità della vita per i loro cittadini (notevoli per alcune nazioni, in crescita per altre) ed io, con la mia esperienza personale come imprenditrice, ho assorbito profondamente. Quello che manca nella nostra provincia è la consapevolezza di essere un territorio ricchissimo di risorse e di potenzialità, il mio impegno in politica, a casa mia, sarà dedicato a rendere consapevoli i miei concittadini di questi scenari, e cercare in tutti i modi di aiutare la mia gente a compiere il passo del cambiamento, bastano solo amministratori onesti e preparati”.





Change privacy settings