Centrale del riciclaggio sulla Statale 16, migliaia di componenti di auto rubate trovate in una autodemolizione di Cerignola

Il titolare dell’esercizio commerciale, che recentemente è rimasto coinvolto in un episodio ancora non chiarito nel quale è stato ferito ad una gamba con un colpo di pistola, è stato denunciato

Colpaccio della Task Force istituita per contrastare il fenomeno dei furti di auto e del riciclaggio delle relative parti componenti.  Mercoledì scorso, nell’ambito di specifici servizi sugli autodemolitori, disposti dalla Questura di Foggia e finalizzati a contrastare il dilagante fenomeno del furto di autoveicoli, è stato sottoposto a controllo un esercizio commerciale adibito a rivendita di ricambi d’auto, nuovi ed usati, sito in Cerignola lungo la Strada Statale 16. 

All’interno dell’attività sono state rinvenute migliaia di singole componenti appartenenti ad autovetture di diverse marche e modelli, di recente costruzione. Più precisamente: 1175 sportelli e portiere; 397 portelloni posteriori; 200 cofani; 412 paraurti; 229 gruppi frizione; 139 cambi; 225 scatole guida; 53 cruscotti; 85 cappelliere; 599 gruppi ottici anteriori e posteriori; 58 organi motore; 6 sellerie; 53 parafanghi; 346 avantreni; 58 marmitte; 145 masse radianti; 44 turbine; 240 pneumatici completi di cerchi; 317 ponti posteriori e assali anteriori; 147 volanti; 38 tettucci panoramici; 19 tunnel centrali; 135 apparati multimediali e 148 sotto porte.

Da accertamenti effettuati a campione è emerso che diverse delle componenti rinvenute sono risultate di illecita provenienza in quanto provento di numerosi furti consumati nelle province di Foggia, Bari e Chieti. Al fine di effettuare ulteriori accertamenti sulle rimanenti parti di autovetture, tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Anche l’intera area su cui insiste l’attività commerciale è stata sottoposta a sequestro. 

Il titolare dell’esercizio commerciale – che recentemente è rimasto coinvolto in un episodio ancora non chiarito nel quale è stato ferito ad una gamba con un colpo di pistola – è stato denunciato all’autorità giudiziaria per violazione dei reati di ricettazione e di riciclaggio. 

La Task Force ha operato sotto la direzione di un Funzionario della Polizia di Stato del Commissariato di Cerignola. All’operazione hanno preso parte militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nonché specialisti della Polizia Stradale, personale della Polizia Ferroviaria e del Reparto Prevenzione Crimine. L’organismo si è avvalso anche della preziosa professionalità di personale esperto appartenente all’Ispettorato del Lavoro e allo S.P.E.S.A.L. dell’ASL che hanno rilevato la presenza di n. 3 dipendenti non in regola con le norme contrattuali di lavoro.

(foto archivio)





Change privacy settings