“Forza Italia non è un tram!”. I vertici regionali tuonano contro Bruno Longo: “Sii coerente e leale”

“E’ un atto di coerenza, ma anche di lealtà nei confronti non solo del nostro partito e di tutti gli altri candidati, ma dei cittadini che lo hanno votato crociando il simbolo di Fi”

Intervengono i vertici regionali di Forza Italia Mauro D’Attis (in alto con Berlusconi) e Mario Damiani, dopo le news sulla imminente trasmigrazione di Bruno Longo in Fratelli d’Italia.

“Apprendiamo dalla stampa che il consigliere comunale di Foggia Bruno Longo (nel riquadro) stia navigando verso altre acque e ci auguriamo, non avendo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, che possa ripensarci perché Forza Italia non è un tram su cui salire e da cui scendere a proprio piacimento. Forza Italia è il partito che ha consentito a Longo di sedere oggi nei banchi del Consiglio comunale e della Giunta. È il partito in cui Longo si è candidato e noi abbiamo condiviso e sostenuto il percorso politico che auspichiamo possa proseguire. Se, invece, quanto riportato dalla stampa sia confermato, ci aspettiamo da Longo un atto di coerenza, ovvero che lasci gli autorevoli incarichi che ha ricevuto solo e soltanto grazie a Forza Italia. È un atto di coerenza, ma anche di lealtà nei confronti non solo del nostro partito e di tutti gli altri candidati, ma dei cittadini che lo hanno votato crociando il simbolo di Fi”.



In questo articolo:


Change privacy settings