Foggia, strada horror sul cavalcavia di via Bari: partono i lavori di rifacimento. Occhio alla staticità

Oltre al rifacimento del manto stradale, sono già iniziati i lavori finalizzati ad installare dei sensori di oscillazione nella parte sottostante all’infrastruttura

Il dirigente del Servizio Mobilità e Traffico, Romeo Delle Noci, ha firmato l’Ordinanza con la quale, in ragione dei lavori di rifunzionalizzazione, rifacimento del manto stradale e monitoraggio tecnologico del cavalcaferrovia di corso del Mezzogiorno – via Cerignola, ha disposto la chiusura al traffico veicolare dello stesso, nel tratto compreso tra viale J. F Kennedy e la prima traversa di via Cerignola/Quadrone delle Vigne, a partire dalle ore 07:00 del giorno 26 novembre e sino alle ore 18.00 del giorno 30 novembre 2019, salvo imprevisti. A seguito di tale provvedimento il traffico veicolare verrà dirottato sulle strade limitrofe come indicato dalla segnaletica stradale preventivamente apposta.
Con questo progetto l’amministrazione intende innanzitutto attivare tutte le misure di sicurezza in merito al monitoraggio della staticità del cavalcaferrovia che, come è noto, non assicura ottimali condizioni di sicurezza sotto l’aspetto statico e sismico. Infatti, alcuni interventi di risanamento di diversi pilastri eseguiti alla fine degli anni ’90 non sono stati sufficienti a rimuovere le condizioni di rischio tanto che per il cavalca ferrovia è stata disposta una limitazione di traffico per i soli automezzi con portata non superiore a 50 quintali.

Oltre al rifacimento del manto stradale, sono già partiti i lavori finalizzati ad installare dei sensori di oscillazione nella parte sottostante del ponte che trasmetteranno ad una struttura remota (CED) tutti i valori significativi delle oscillazioni oltre i parametri minimi stabiliti. Inoltre verranno collocate alle due estremità del ponte delle telecamere di lettura targhe (OCR) direttamente collegate con l’MCTC (Ministero dei Trasporti) che controlleranno simultaneamente le autorizzazioni dei mezzi pesanti. Inoltre ci saranno ulteriori telecamere, sia agli ingressi che nella parte centrale, che copriranno tutto il raggio del ponte affinché qualunque tipo di infrazione/reato/incidente possa essere intercettato per gli opportuni provvedimenti.

“Si tratta di un intervento estremamente significativo, tanto per la sicurezza del ponte quanto per la sua portata in termini di ammodernamento tecnologico – commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Un ringraziamento particolare va al consigliere delegato ai Lavori Pubblici Francesco Morese, che ha seguito e continua a seguire questa vicenda con scrupolo ed attenzione, confermando una dedizione politica ed una competenza amministrativa che rappresentano uno dei più importanti valori aggiunti al lavoro che svolgiamo quotidianamente”. 



In questo articolo:


Change privacy settings