Mafia: catturato “Natale”, esponente di spicco dei “mattinatesi”, gruppo di rilievo della malavita garganica

L’uomo è ben noto agli inquirenti per il suo storico legame con i compaesani Scirpoli e Quitadamo e per il coinvolgimento nei blitz “Età Moderna” e “Ariete”

Si è consegnato ai militari dell’Arma dei Carabinieri Francesco Notarangelo detto “Natale”, 54enne di Mattinata. L’uomo risultava latitante da qualche tempo. Dovrà scontare una condanna definitiva, per questo è stato tratto in arresto.

Notarangelo, pluripregiudicato, è ben noto agli inquirenti soprattutto per il suo coinvolgimento nelle operazioni contro la mafia del Gargano, “Età Moderna” e “Ariete”. 

Qualche mese fa era stato raggiunto da un rilevante provvedimento di sequestro beni.

Natale fa parte del gruppo dei mattinatesi, da tempo legato ai compaesani Francesco Scirpoli e Antonio Quitadamo. È inoltre vicino a Luigi Ferro di San Marco in Lamis. Tutti soggetti coinvolti nel blitz “Ariete” quando progettarono, senza esito, l’assalto ad un portavalori tra Mattinata e Vieste.

Nelle prossime ore saranno forniti ulteriori dettagli da parte degli organi inquirenti.



In questo articolo:


Change privacy settings