Cultura di qualità al Teatro Giordano: jazz, opera e tanta prosa a Foggia. Da Mogol ad Ale e Franz, abbonamenti solo online

Presentato il cartellone della stagione 2019/2020. Appuntamento con l’opera “Carmen”, Mario Biondi, Angela Finocchiaro, Mine Vaganti e molti altri

“Mogol, racconta Mogol”, Mario Biondi, Sergio Cammariere e il duo Ale e Franz. Sono solo alcuni degli ospiti della nuova rassegna teatrale 2019/2020 del Giordano di Foggia. Dal 25 ottobre con l’opera Carmen al 30 aprile 2020 riapre il sipario del Comunale per offrire al pubblico quanti più generi possibili, dal jazz alla commedia, dall’opera alla comicità.

“Sarà una stagione memorabile ed entusiasmante per la città di Foggia – ha dichiarato il sindaco Franco Landella -. Il fattore criminalità incide sulla qualità della vita di Foggia ma sono certo che per quanto riguarda la cultura, abbiamo il primato in termine di programmazione e di qualità”.

“Siamo convinti che oltre a dare continuità a quanto fatto nel quinquennio passato, dobbiamo far sì che la proposta culturale sia sempre più alta, coinvolgendo i giovanissimi a frequentare i luoghi della cultura. Hanno bisogno di modelli positivi” – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani in merito agli ultimi episodi di cronaca -. Sulla stessa linea anche Carlo Dicesare, dirigente del servizi culturali del Comune di Foggia. 

Cartellone. 13 e 14 novembre “Mogol, racconta Mogol”, 17 novembre Giordano in Jazz con “Rickie Lee Jones”, 28 novembre l’opera “Marcella”, 4 dicembre Giordano in Jazz con Brad Mehldau, 10 e 11 novembre Enzo Decaro presenta “Non è vero ma ci credo”, 20 dicembre l’opera “Rigoletto”, 22 dicembre Mario Biondi in concerto, 25 dicembre concerto gospel di Natale con Danell Daymon & Greater Works, 4 e 5 gennaio Ettore Bassi in “L’attimo Fuggente”, 15 e 16 gennaio Massimo Dapporto con “Un Borghese piccolo piccolo”, 28 e 29 gennaio Mine Vaganti con Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Muselli e Giorgio Marchesi, 8 e 9 febbraio Angela Finocchiaro in “Ho perso il filo”, 18 e 19 febbraio Silvio Orlando in “Si nota all’imbrunire”, 7 e 8 marzo “I soliti ignoti” con Vinicio Marchioni e Giuseppe Zeno, 28 marzo “Open” di Daniel Ezralov, 30 e 31 marzo Sergio Cammariere in Piano Poetry, 9 e 10 aprile “Midnight Barabba”, 14 e 15 aprile Alessandro Haber e Alvia Reale in “Morte di un commesso viaggiatore”, 29 e 30 aprile Ale e Franz “Nel nostro piccolo”.

“Sono certa che il pubblico apprezzerà le nostre scelte di altissima qualità” – ha commentato Giulia Panettieri, consigliera del Consiglio di Amministrazione Teatro Pubblico Pugliese -. “Non pensate sia scontato per un teatro realizzare una stagione tra prosa, danza e musica” – ha sottolineato Sante Levante, direttore Teatro Pubblico Pugliese -.

Gli abbonamenti. I prezzi per 12 spettacoli sono € 252 per poltrona e palco prima e seconda fila, ridotto €216. Palco terza fila €192, ridotto €180, loggione €108. La sottoscrizione avverrà solamente online tramite il circuito VivaTicket.it.