Stendini, divani, porte di legno e plastica di ogni genere. TrashChallenge Foggia: “Città sporca, non ci sono parole”

Pioggia di segnalazioni per il gruppo di volontari: “Svegliatevi”

Pioggia di segnalazioni per i volontari di TrashChallenge Foggia. La situazione in città resta critica. Vie, piazze e strade sempre più sporche. Qualche segnale di ripresa nel quartiere ferrovia. Attorno ai cassonetti della spazzatura, a ridosso di marciapiedi e asfalto, giace di tutto. Una bicicletta attaccata al palo, porte in legno buttate nel contenitore della carta, divani, coperte, alcool e sedie dopo una notte goliardica, fioriere trasformate in bidoni dell’immondizia, passeggini, pantaloni, farmaci scaduti e per finire la beffa del contenitore di ecoaluver con i giornali al suo interno. “Le nostre strade sono fatte di tutto questo. Non servono altre parole. Svegliatevi!”, il messaggio pubblicato da parte degli attivisti foggiani.



In questo articolo: