Premiate le eccellenze del “Giannone-Masi”. Ecco gli studenti foggiani da 100 e lode

“Una vita per la scuola”, la manifestazione fortemente voluta dalla dirigente Roberta Cassano si svolta a Palazzo Dogana alla presenza dei ragazzi che nel corso degli anni hanno condiviso momenti della realtà scolastica con vivo interesse e partecipazione

Si è tenuto presso la Sala del Tribunale di palazzo Dogana a Foggia  l’evento “Una vita per la scuola” una manifestazione fortemente voluta dalla dirigente dell’IS “Giannone-Masi” di Foggia Roberta Cassano non solo per salutare ed inaugurare il nuovo anno scolastico ma anche per premiare studenti e studentesse che hanno condiviso molti momenti della realtà scolastica con vivo interesse e partecipazione. Condivisione, proposte formative all’insegna della innovazione hanno contraddistinto la giornata ed hanno  rafforzato ancor più la vision e mission di una scuola che ha sempre avuto come obiettivo prioritario  accogliere i nuovi studenti, renderli appassionati, motivati, partecipi, innamorati della conoscenza. La dirigente scolastica ha premiato le  eccellenze, alunni che all’esame di stato 2018/19 hanno conseguito 100 e lode : Elisabetta Rigoli 5 T e Francesco Silba 5 C. Sono state conferite altresì  due importanti borse di studio.

“Una vita per la scuola”, in ricordo di Aida Casalanguida de Troia conferita dall’avvocato  de Troia all’alunna Elisabetta Rigoli debitamente ricordata per la sua professionalità ed amorevolezza nel profondere i suoi insegnamenti e “Laura Rubino”  giunta alla settima edizione. La professoressa Giovanna Fuso – Alliance Française, ha premiato l’alunna Clementina Padalino (3 A Candela).

Nel corso della cerimonia, che ha visto la partecipazione dell’assessore alla Pubblica Istruzione Claudia Lioia, è stata conferita una targa di riconoscimento agli alunni che hanno conseguito il 100 agli esami di stato. Ecco gli alunni premiati: Ludovica Capobianco 5 A, Martina Capobianco 5 BA, Antonio Cicerale 5 AS, Benedetta Formiglio 5 T, Roberta Frisoli 5, Luca Lombardi 5 AS, Alessandro Muscio 5 B CAT, Mariangela Renzulli 5 T, Romolo Rizzo 5 CS e Pompea Russo 5 T.

A conferma del fatto che l’istituto Giannone-Masi non è solo luogo di incontro con la conoscenza teorica, ma anche conoscenza dell’altro, dei propri limiti e delle proprie doti. Ad animare la serata esibizioni musicali e di ballo che hanno visto gli alunni assoluti protagonisti.

Joseph Laserra e Vincenzo Matrone sono cimentati in una esibizione di hip pop, Elisabetta Rigoli ha ballato sulle note di Ed Sheran, i fratelli Bertozzi che hanno suonato il duo di Bach a violino. La cerimonia ha visto la premiazione di studenti che hanno partecipato a progetti del Miur ottenendo riconoscimenti e menzioni d’onore. La professoressa Bronci ha conferito riconoscimenti agli alunni che hanno partecipato ai seguenti concorsi: “Villotte: storie in cammino…un cammino di storia”, Concorso di poesia VIII edizione 2018/2019, tema: Incontri, “Poesis – Vietri sulmare” V concorso internazionale di poesia, il Premio Scrittura creativa da Esopo e Gutenberg a Zuckerberg e “Complemento di fisica laboratoriale”. Alla fine soddisfazione per tutti, in primis della dirigente Cassano che ha confermato che “il Giannone Masi è una scuola per star bene, che coltiva la gioia di vivere, che si esprime nello studio non come costrizione ma come amore della vita e del sapere”.