Borracce di alluminio donate agli alunni delle scuole, Gruppo Telesforo-Sanità Più sostiene “plastic free” della da Feltre Zingarelli

Gruppo Telesforo & Sanità Più insieme per il sociale. Il prossimo 16 Settembre, in occasione dell’apertura del nuovo anno scolastico, aderiranno al progetto “Plastic Free” a sostegno della nuova campagna eco-frendly voluta dalla scuola “da Feltre-Zingarelli” di Foggia.

Operatori di Sanità Più ed ospiti delle due residenze “RSSA Il Sorriso” e “Il Sorriso di Stefano” saranno presenti all’ingresso dell’istituto, e prima del suono della campanella, per distribuire borracce stilizzate in acciaio in sostituzione delle bottiglie in plastica. Centinaia di tartarughe e animali marini sono vittime ogni anno dell’intrappolamento causato da reti di plastica abbandonata, da bicchieri o ganci di bottiglie. Molti dei mari più comuni sono inquinati e il rischio è  che anche il nostro mare Mediterraneo la situazione possa peggiorare.

Si conta in effetti che nel 2030 l’inquinamento dato dalla plastica, materiale fin troppo duraturo, sarà il doppio di quello attuale. “Eppure qualcosa noi tutti possiamo ancora fare per garantire un mondo migliore – spiegano dal gruppo sanitario -, ma occorre muoversi il prima possibile. Proprio per questo Sanità Più e Gruppo Telesforo hanno deciso di sostenere il progetto Plastic Free dell’ ICS da Feltre-Zingarelli perché qualcosa si può ancora fare, perché tutto è possibile, perché è  attraverso le nuove generazioni che si riesce a sensibilizzare i più grandi mettendo in campo soluzioni concrete. Il prossimo 16 settembre saranno distribuite a tutti i bambini delle borracce -contenitori di alluminio- al fine di  arginare lo spreco di bottigliette d’acqua in plastica che generalmente e  quotidianamente vengono utilizzate dagli alunni. Sanità Più e il Gruppo Telesforo, colossi in campo medico e di assistenza alla persona, sono altresì sensibili a progetti del genere, in quanto considerano la salute avente un ruolo importante, insieme alla protezione dell’ambiente e all’educazione dei più piccoli. Perciò liberiamoci dalla plastica, salviamo il mondo”.