Violenza in Pronto soccorso a Cerignola, appello dei medici alla Regione: “Più sicurezza”

“In ordine all’aggressione questa volta avvenuta al Pronto Soccorso  dell’Ospedale di Cerignola, solidarietà al collega aggredito e ora ricoverato presso quel nosocomio e chiede risposte oramai indifferibili all’Assessorato alla Salute della Regione Puglia riguardo la sicurezza dei medici sul posto di lavoro”. A dichiararlo è il sindacato italiano dei medici dopo il grave episodio ai danno del medico ed ex sindaco di Orta Nova, Dino Tarantino.

“Dichiariamo ancora una volta inaccettabile per i medici l’idea che recarsi al posto di lavoro equivalga a recarsi al fronte – proseguono dal sindacato -. Il ripetersi di tali eventi, ancorché intollerabili ed esecrabili, impongono alle autorità competenti ma a questo punto anche all’intera categoria dei medici, attraverso gli Ordini e i Sindacati, di trovare soluzioni concrete ed efficaci per combattere tali comportamenti.

Non possiamo più accettare di essere chiamati a tutelare un diritto costituzionalmente garantito a spese della nostra stessa incolumità”.