Strade garganiche horror, Gatta stizzito dopo parole Nobiletti: “Mi sarei aspettato maggiore collaborazione”

Il presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, è intervenuto attraverso una nota stampa per replicare alle affermazioni del sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, quest’ultimo molto critico sulla situazione relativa alle condizioni della SP53 e della SS 89. Nel mirino lo stato comatoso delle strade. “Così rischiamo l’isolamento”, le parole del primo cittadino garganico.

La risposta di Gatta non si è fatta attendere: “In merito alla strada statale 89, interrotta già da alcuni anni, nel corso di una visita a Bari, a marzo scorso, alla dirigenza Anas ho evidenziato la necessità di provvedere a rimuovere le cause che hanno portato alla chiusura della strada, ribadendo che sia l’Anas medesima ad effettuare l’intervento.

Sono pienamente d’accordo, invece, con il sindaco di Vieste in merito all’importanza della strada provinciale n.53 Mattinata-Vieste, tanto è vero che tra i progetti candidati dalla Provincia di Foggia e finanziati dal Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Capitanata, rientra la suddetta strada con un finanziamento di oltre 40 milioni di euro. Nei prossimi giorni si procederà alla firma del Contratto con il Presidente del Consiglio dei Ministri e si entrerà nella fase operativa per l’attuazione dell’intervento. Per quanto riguarda la sostituzione del guard rail, divelto da un automezzo a seguito di un incidente avvenuto da alcune settimane, e la piccola manutenzione, gli uffici mi hanno comunicato che stanno provvedendo. Sinceramente mi sarei aspettato un piccolo ringraziamento e maggiore collaborazione dal sindaco Nobiletti, invece, vengo additato, con parole ingenerose, di comportamenti omissivi, ad appena sette mesi dal mio insediamento.

Certo, se non ci fosse stata la nefasta ‘riforma’ Delrio, fatta dagli amici di partito del sindaco, che ha quasi azzerato i trasferimenti per le strade e le scuole, avremmo avuto sicuramente un servizio tempestivo ed efficiente, ma, a volte, non si preferisce dire tutta la verità, specie quando si è alla ricerca di titoli sui media e le campagne elettorali si avvicinano. Con immutata stima”.