Sangue al ghetto di Borgo Mezzanone, giovane accoltellato durante una lite tra migranti

Altro episodio di violenza nell’insediamento abusivo presente accanto al Cara

Ancora sangue a Borgo Mezzanone, nel ghetto che sorge accanto al Cara. Un 22enne del Gambia è stato accoltellato dopo una lite con altri migranti. Medicato, il giovane guarirà entro 15 giorni.

La lite sarebbe scoppiata per futili motivi. È l’ennesimo episodio di sangue che si verifica nell’ex pista a pochi chilometri da Foggia. La baraccopoli, stando al programma del Ministero dell’Interno, dovrebbe essere smantellata entro l’anno con la ricollocazione dei migranti regolari in altre strutture, e l’espulsione degli irregolari. Queste le indicazioni confermate anche dal capo del Dipartimento Immigrazione, Michele Di Bari ospite in Prefettura a Foggia pochi giorni fa.



In questo articolo: