Sulla scena del crimine. A Foggia arriva il generale Garofano per “l’evoluzione nelle indagini scientifiche”

Giovedì 9 maggio, alle 15, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia, si svolgerà un convegno sulle Indagini Scientifiche. L’evento, organizzato dalla Sezione di Foggia dell’AIGA, insieme al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia, avrà quale ospite d’eccezione il generale Luciano Garofano, già Comandante dei RIS di Parma, considerato uno dei massimi esperti della materia.

All’evento, coordinato da Donatella Curtotti, Direttrice del Dipartimento e Ordinario di Diritto Processuale Penale, parteciperanno quali relatori l’avvocato Michele Vaira, penalista del Foro di Foggia e Membro dell’American Academy of Forensic Sciences, e i Magistrati Roberta Bray della Procura di Foggia e Flavia Accardo del Tribunale di Foggia.

I relatori saranno chiamati a riflettere sull’impatto delle investigazioni di natura tecnico-scientifica sulla ricostruzione del fatto di reato, a quasi dieci anni dalla loro implementazione nel sistema processuale penale; implementazione determinata, per un verso, dal crescente progresso tecnologico, per altro dagli interventi della giurisprudenza.

“Il tema delle indagini tecnico-scientifiche, in costante evoluzione, è certamente un argomento che deve interessare la giovane Avvocatura che, al fine di un proficuo utilizzo nell’ambito del processo penale, deve conoscerne forme e limiti. In questa direzione, allora, è una grande opportunità, ed un grande onore per la nostra Sezione, poter affrontare l’argomento con relatori d’eccezione tra i più grandi esperti della materia, quali il Generale Luciano Garofano e la Curtotti, oltre che con autorevoli magistrati ed avvocati del nostro Foro – dichiara il Presidente della Sezione Aiga di Foggia, l’avvocato Mario Aiezza”.

Durante il convegno, sarà riprodotta – in un’area riservata del Dipartimento – una scena criminis e saranno ricostruite, con l’aiuto degli studenti del corso di laurea in Scienze Investigative (uno dei più importanti d’Italia) coordinati da un tecnico e dai docenti, le attività di primo intervento, di rilievi e di indagini tradizionali, con l’individuazione di una gamma di atti d’indagine dai risvolti “problematici” dal punto di vista tecnico-scientifico e giuridico. L’incontro è aperto alla cittadinanza.