Gino Lisa, fermi i lavori per l’allungamento della pista. “Cosa sta succedendo?”

I lavori veri e propri in realtà non sono ancora cominciati, quando questo avverrà non è ancora dato saperlo

Dodici aprile 2019: posa della prima pietra. E adesso? La domanda se la pone il comitato Vola Gino Lisa, un mese dopo la cerimonia d’inizio lavori per l’allungamento della pista dell’aeroporto di viale degli Aviatori. I lavori veri e propri in realtà non sono ancora cominciati, quando questo avverrà non è ancora dato saperlo. “Sappiamo bene – scrivono dal comitato – che sussistono diversi passaggi ancora da espletare, in primis la definizione degli espropri dei terreni direttamente interessati dall’allungamento. Ma vorremmo sapere da chi di dovere a che punto siamo?”.

Per questo Vola Gino Lisa non esita a definire il vuoto d’iniziative come “l’ennesimo blocco di informazioni, pur comprendendo che le attenzioni politiche sono rivolte alla prossima campagna elettorale”. “Ci siamo tutti commossi – ricorda il presidente Maurizio Gargiulo – il 12 aprile nel vedere tanto entusiasmo da parte del presidente Emiliano, dell’assessore Piemontese e del neo candidato sindaco Cavaliere. Ora però all’entusiasmo di quel giorno gradiremmo, almeno noi del Comitato, che seguissero ulteriori e concreti sviluppi. Facendo un breve calcolo mancano, in fondo, solo 274 giorni alla consegna finale da parte dell’impresa incaricata (De Bellis: ndr). Cogliamo, inoltre, l’occasione – suggerisce ancora Vola Gino Lisa – per ricordare, sempre a chi di competenza, che andrebbero rimossi i noti ostacoli presenti in zona piano di rischio, ricordiamo preclusa ad ogni costruzione. In merito sarebbe, altresì, interessante comprendere perché non vi sono aggiornamenti su ordinanze di demolizione di competenza amministrativa. Questo ‘appello’ lo estendiamo direttamente al sindaco Landella, candidato anche alle prossime elezioni. Parliamo di strutture già segnalate di recente e di storiche criticità che allo stato potrebbero pregiudicare anche l’effettiva disponibilità dell’intera pista che dista dai manufatti abusivi 114 metri, secondo i nostri calcoli, quando questa sarà allungata”.

Il comitato ha già preannunciamo l’intenzione di convocare “un incontro con le forze economiche, sociali ed istituzionali del territorio e non, al fine di coordinare insieme un piano strategico 2020-2029 anche per il Gino Lisa, vista l’attuale carenza di Aeroporti di Puglia spa che, alla luce del compimento dei lavori di allungamento e di adeguamento, chiaramente potrebbe offrire un interessante spazio di riferimento per il turismo regionale, come da noi già divulgato con il nostro primo piano strategico”.



In questo articolo:


Change privacy settings