Ora il Foggia si gioca tutto: silenzio dal club e rabbia tra i tifosi ma allo “Zini” saranno in 1000

Nel sabato di B trionfa il Crotone dell’ex Stroppa che si è imposto per 4 a 1 a Venezia. A sorpresa vince anche il Carpi: 5-2 contro la Salernitana (prossimo avversario dei rossoneri, mercoledì 1 maggio alle 15). Altro punticino invece per il Livorno: 2-2 col Palermo

Presenti, nonostante tutto. La fotografia sarà quella sempre allo stadio “Zini” di Cremona, dove domani il Foggia scenderà in campo alle 15 per giocarsi il tutto per tutto. Silenzio stampa in settimana da parte di tesserati e allenatore, non si è tenuta infatti la consueta conferenza stampa settimanale del tecnico Gianluca Grassadonia alla vigilia del match.

Un dato certo. Saranno 1009 i tifosi rossoneri presenti nel settore ospiti che malgrado il momento negativo, la rabbia e l’incubo della retrocessione in Serie C, hanno scelto di seguire Kragl e compagni in una sfida cruciale dove i rossoneri sono chiamati solo a vincere altrimenti, a quattro giornate dalla fine del campionato, la matematica decreterà un solo verdetto. “Ci saremo per la maglia. In campo vogliamo undici leoni”, commentano i supporter che assisteranno al match contro la Cremonese di mister Rastelli. Tra la lista dei convocati tre assenze pesanti: Billong (squalificato), Zambelli e Deli.

Intanto questo pomeriggio sono scese in campo il Livorno che è riuscito a conquistare un altro punticino col Palermo (dopo quello nel lunedì di Pasquetta allo Zaccheria): 2-2 contro i rosanero di Delio Rossi. Trionfa invece, il Crotone dell’ex Stroppa che si è imposto per 4 a 1 a Venezia. A sorpresa vince anche il Carpi: 5-2 contro la Salernitana (prossimo avversario dei rossoneri, mercoledì 1 maggio alle 15). La classifica vede il Padova ultimo a quota 26, Carpi 29, Foggia 31, Livorno 32, Venezia 33, Crotone 37, Salernitana 38.